Comunicati dell'Amministrazione comunale

Comunicato 2 agosto 2019

Pineta di mezzo

Sono iniziati i lavori per la messa in sicurezza e riqualificazione della pineta di mezzo, gli interventi riguardano l'abbattimento delle alberature di pino esistenti che versano in condizioni precarie e rappresentano un potenziale pericolo per la strada in caso di neve e vento. Si procederà inoltre ad un diradamento selettivo delle piante di latifoglia in modo da rendere nuovamente fruibile tutta l'area; l'intervento è già terminato nella parte bassa della pineta di mezzo; sulla parte piu' in alto è in corso e riguarderà il fronte strada su Via Dante e terminerà entro il 10 agosto. I lavori riprenderanno poi nel mese di ottobre prossimo ed interesseranno la restante parte; l'obiettivo è quello di procedere, nella primavera 2020, alla riqualificazione complessiva con la riprofilatura del terreno, la semina, la selezione delle alberature e l'inserimento di elementi di arredo urbano che consentano di rivivere una parte di centro non più frequentata da decenni.

L'immagine può contenere: albero, pianta, cielo, spazio all'aperto e natura     L'immagine può contenere: albero, cielo, pianta, nuvola, spazio all'aperto e natura


2 agosto 2019: resoconto attività centri estivi

L’ESTATE DEI BAMBINI

Si sono appena concluse le attività per il 2019 per gli 81  bambini  che hanno frequentato i tre Centri estivi comunali di Pavullo e dai genitori  abbiamo raccolto il gradimento dell’esperienza: le attività più apprezzate sono state al maneggio e in piscina per i grandi del “Peter Pan” (21 bambini dai 6 agli 11 anni) , le uscite nei parchi e al bosco di Sassoguidano per i bimbi del “Mary Poppins” (36 bambini dai 3 ai 6 anni)  e i giochi d’acqua e l’attività in giardino per i piccoli del “Pollicino” (34 bambini da 1 a 3 anni).

I centri estivi comunali sono stati apprezzati sopratutto per il sereno ambiente relazionale che garantiscono ai bambini: la qualità del personale, le proposte  e le modalità di accoglienza sono infatti tra gli aspetti che i genitori valutano più positivamente. L’organizzazione è risultata funzionale, soprattutto per le sedi (in particolare al Polo Tonini), gli orari di funzionamento e le modalità di iscrizione.

L’aspetto più critico segnalato dai genitori è il periodo di apertura (quattro settimane nel mese di luglio) in quanto molti genitori avrebbero preferito che i Centri Estivi proseguissero anche nel mese di agosto.

Tra i suggerimenti espressi dai genitori per migliorare il servizio molti riguardano quindi l’estensione del periodo di attività, altri genitori invece propongono di migliorare i pasti con eliminazione delle stoviglie a perdere non riciclabili, altri chiedono orari di ingresso e uscita più flessibili.

I ragazzi del Peter Pan hanno direttamente espresso la loro opinione in un questionario a loro riservato e hanno apprezzato i giochi, i laboratori e le uscite mentre hanno gradito un po’ meno i pasti in sede. Propongono di introdurre per il prossimo anno “una gita al mare, più uscite in piscina, una gita al ponte di Olina”.

 


Comunicato del 30 luglio 2019

DOPO DI NOI

In relazione a quanto letto in questi giorni sulla stampa e sentito in Consiglio Comunale, questa amministrazione, pur avendo da giorni preparato una nota di chiarificazione e di smentite sul ruolo del Comune nella vicenda del “Dopo di noi”, non ha mai replicato e ancora non lo farà fintanto che Padre Sebastiano sarà ricoverato. Gli vogliamo troppo bene per disturbarlo con ordinarie questioni di politica. Al momento vogliamo solo augurargli una pronta guarigione, esprimergli il nostro affetto più sincero, unito all’apprezzamento per quello che ha fatto e potrà ancora fare per la comunità di Pavullo; infine lo aspettiamo, piu’ energico di sempre, per riprendere con noi, se lo vorrà fare, il filo sul “Dopo di noi”, filo che noi non abbiamo mai spezzato.


Comunicato del 23 luglio 2019

RISPOSTA A RETEIMPRESA

Con due recenti e distinti comunicati Reteimpresa critica la nostra Amministrazione per non avere sostenuto a sufficienza le ragioni deli piccoli e medi commercianti pavullesi; in particolare per non avere ancora portato a compimento almeno il progetto di ristrutturazione del centro storico. Portano a sostegno delle proprie tesi, a loro dire, la chiusura di tanti piccoli esercizi, ma senza fornire alcun numero. In mezzo ai due comunicati si è tenuta una riunione che doveva essere chiarificatrice, ma che tale non è stata. Premettiamo che sulle scelte di acquisto dei consumatori (piccolo esercizio/supermercato/internet) non intendiamo entrare. Tuttavia va ricordato che per il restauro del centro storico sono in corso (e Reteimpresa è stata informata ripetutamene) attività continue; sono stati stanziati 150.000 euro per il 2019 e altri fondi saranno reperiti per il prossimo anno.

Ma qualcosa è cambiato rispetto alla campagna elettorale e ai nostri programmi; infatti va ricordato che per l’Amministrazione la sicurezza antisismica delle scuole (elemento sconosciuto nelle sue reali dimensioni fino alle verifiche da noi condotte a partire da 2016) è diventato il punto principale da mettere in atto, a discapito di altri punti che saranno inevitabilmente ritardati; sul centro storico per ora faremo l’illuminazione, il resto comunque seguirà a breve. Questo in ossequio ad un principio di responsabilità che vede la sicurezza di bambini e insegnanti al primo posto, da realizzare senza ritardo alcuno. Questa nuova posizione (che poi tanto nuova non è) ha molto infastidito alcuni rappresentanti di Reteimpresa e di ciò siamo molto rammaricati perché la sicurezza dei bambini dovrebbe essere un principio assoluto per tutti, non solo per noi.  Così come non sembra abbiano trovato molto ascolto le fortissime riduzioni tariffarie da noi introdotte al mondo della scuola (nido in particolare), che mantengono nelle tasche di alcune famiglie migliaia di euro nel giro di pochi anni; risorse che possono essere destinate anche agli acquisti; così come dispiace che non sia stato  considerato lo sforzo enorme compiuto dall’amministrazione con dieci cantieri tutti in attività o di prossima apertura, che porteranno a Pavullo nuovi servizi (Piscina e pista di atletica), maggiore manutenzione alle strade con due cantieri contemporaneamente aperti, miglioramento della viabilità con la consegna estiva della Pratolino- Malandrone e il prosieguo dei lavori sul  Carrai, minori costi di affitto per il Comune per la prossima consegna dell’edificio delle Rimesse, maggiore sicurezza per tutti con una imponente rete di telecamere in corso di installazione su tutte le strade limitrofe e sul centro del paese; ma ciò che ancora più conta è lo sviluppo sull’area di Sant’Antonio/Baldaccini,  sviluppo finanziato dagli imprenditori, ma sostenuto, facilitato e reso piu’ rapido ed efficiente dal Comune. Gli investimenti più forti di sempre a Pavullo. In tal modo è stato confermato il dato ancora in calo sulla disoccupazione di Pavullo (6,6%), la più bassa della provincia di Modena, con la più alta attivazione di rapporti di lavoro di sempre a Pavullo (2.529 nel 2017)  e così sono stati mantenuti tutti i livelli attuali di occupazione, con qualche ulteriore incremento. In un contesto come questo, caratterizzato da un grande ed indiscutibile impegno dell’Amministrazione, voler attribuire la crisi del commercio al ritardo nel restauro del centro storico, piuttosto che ad altre ragioni più oggettive, sembra veramente eccessiv 


Comunicato del 19 luglio 2019

I cantieri di Pavullo

Il 18 Luglio il Consiglio Comunale ha approvato una nuova Variazione di Bilancio e la Salvaguardia con il DUP 2019-2021 (Documento Unico di Programmazione).

L’occasione è stata propizio per la nostra amministrazione per fare il punto sui lavori sul parco, sulle attività in corso e su quelle appena terminate e soprattutto per illustrare al Consiglio le attività cantieristiche aperte o in via di apertura entro l’estate. Si tratta di ben dieci cantieri che danno l’idea di una serie di lavori veramente imponente in cui il Comune è impegnato con le proprie risorse per attività importantissime per la popolazione.

Nell’ordine diamo l’elenco dei cantieri aperti o in via di prossima apertura entro l’estate o in autunno:

  • Piscina coperta (termine previsto novembre 2019)
  • Scuola Da Vinci S. Antonio (consegna all’impresa fine Luglio per lavori di miglioramento antisismico)
  • Scuola Verica (consegna all’impresa in autunno per nuova palestra/mensa e lavori di miglioramento antisismico
  • Pista atletica Stadio (termine lavori e inaugurazione a fine agosto se il tempo consente la prosecuzione de lavori)
  • Edificio Rimesse (Ex Edificio poste - fine lavori prevista entro l’anno)
  • Pratolino - Malandrone (ultimissimo tratto con variante e installazione telecamere a lettura targa - termine previsto fine settembre)
  • Strade con contributo Ministero - termine lavori previsto 30/7/2019
  • Manutenzione straordinaria strade da programmazione 2018 - termine lavori previsto 30/9/2019
  • Installazione telecamere a lettura targhe a copertura di Verica, Castagneto, Coscogno, Crocette-Benedello, Gaiato, Miceno-Bottegone; cinque nuove apparecchiature in sostituzione di quelle vecchie in paese, vari aggiornamenti tecnologici e collegamento con Montese;

In aggiunta è presente anche il cantiere per la sistemazione del Carrai a cui il Comune ha comunque partecipato con fondi e con attività burocratiche essenziali per l’inizio del lavori e sul piano degli espropri; infine si ricorda  il cantiere in Aeroporto, con lavori per oltre 1,5 milioni di euro, sotto l’egida dell’Unione dei Comuni, a cui l’Amministrazione ha comunque contribuito per la parte di propria competenza con uno stanziamento di 55.000 Euro.

Da ultimo, ma certamente non meno importante, vogliamo ricordare un cantiere esterno agli interventi del Comune, ma importantissimo per la popolazione pavullese, il cui finanziamento di 10,32 mil. di euro è stato deciso in sede di approvazione del Bilancio dell’Azienda USL di Modena lo scorso mese di Giugno. In sintesi si tratta di somme ingenti così ripartite:

  • Comparto operatorio 1,8 mil. In corso
  • Messa in sicurezza 1,45 mil. In completamento
  • Nuovo Pronto Soccorso 3,2 mil. In fase di aggiudicazione
  • Adeguamento centro prelievi 0,7 mil; in  completamento
  • Messa in sicurezza Pavullo/Vignola 3,168 mil.

Come tutti possono notare si tratta di investimenti di portata straordinaria, che mai si sono visti a Pavullo tutti assieme, che dimostrano un continuo, pressante ed inesauribile impegno dell’Amministrazione Comunale e un concreto interesse verso la collettività di Pavullo anche da parte di enti esterni. Il tutto a totale e assoluto beneficio della nostra comunità che vede in questo modo confermata e rafforzata la propria la propria importanza non solamente a livello di montagna, ma di tutta  la provincia di Modena.


 Comunicato del 16 luglio 2019

 L’estate al Castello Montecuccolo tra musica e storia

Nella suggestiva cornice del Castello Montecuccolo, sede prestigiosa di raccolte d’arte permanenti di artisti di fama nazionale quali Gino Covili e Raffaele Biolchini, e del Museo Naturalistico del Frignano l’estate è all’insegna della musica e della storia.
Sabato 20 luglio alle ore 21 la rassegna musicale “Mille e una nota” propone il concerto “Amore che vieni, amore che vai”, racconti di Faber con Faber Quintet, a seguire sabato 27 luglio, sempre alle ore 21, “Mi sei scoppiato dentro al cuore con Duo Fabiani-Adani”.
Oltre alla musica, in primo piano anche la storia; domenica 28 luglio dalle ore 20.30 visita guidata animata e rievocazione al castello a cura del prof. Andrea Pini, il quale curerà anche le visite con rievocazioni il 3, 10, 24 agosto, sempre dalle ore 20.30.
Domenica 11 agosto alle ore 16 visita guidata al castello con Alessio Bononcini per l'Associazione “Il Frignano dei Montecuccoli/Pavullo & identità”.
Per concludere la stagione estiva sabato 17 agosto, alle ore 21,  un serata all’insegna dei classici, un omaggio emozionante e suggestivo a Dante, con Flavio Borelli e Silvia Peli che presenteranno “I canti politici della Divina Commedia” VI dell'Inferno, VI del Purgatorio e VI del Paradiso.

Il Castello sarà visitabile fino 31 Agosto 2019 sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19

Info e prenotazio i presso IUT - Ufficio informazione Turistica
Tel. 0536 29964 – mail: uit@comune.pavullo-nel-frignano.mo.it
www.comune.pavullo-nel-frignano.mo.it


Comunicato del 24 giugno 2019

Le condizioni del Parco Ducale

Abbiamo ricevuto alcune lamentele relative alle  condizioni attuali del Parco Ducale. Le condizioni rilevate sono corrette, le lamentele sono frutto quanto meno di disinformazione. E’ noto  a tutti che il recupero del Parco Ducale e’ al secondo posto nell’ordine di priorità della nostra Giunta. L’importanza che noi attribuiamo al Parco è testimoniata anche dalla doppia convenzione che abbiamo stipulato a suo tempo con l’Università, di Firenze, Dipartimenti di Agraria e di Architettura. Peraltro sabato prossimo 29 giugno è previsto da tempo un incontro con il Dipartimento di Architettura per definire i dettagli dei vari interventi.

Sembra però che da parte di alcuni si sia dimenticato che eventi atmosferici assolutamente eccezionali, dal 2017 ad oggi, hanno frustrato qualunque  iniziativa già pianificata per iniziare i lavori in aderenza al Masterplan presentato dall’Università di Firenze. Lo stravento del Dicembre 2017 ha risparmiato il Pinone, ma ha abbattuto nel Parco una sessantina di piante di alto fusto  e distrutto buona parte della sentieristica; gli eventi del 5 Maggio 2019 con la abbondante e pesante nevicata fuori stagione, ha completato l’opera dello stravento con altre importantissime distruzioni. Non solo nel Parco. Avevamo immediatamente comunicato che per una ripresa delle normali attività (leggasi sfalci nei parchi pubblici, compreso il Parco Ducale ecc.) sarebbero stati necessari almeno 30 giorni. Ci sbagliavamo. Alla neve del 5 maggio sono seguiti oltre 20 giorni di pioggia incessante che hanno completato l’opera su frane e strade ed hanno causato un incremento esponenziale del rischio idrogeologico. Sono passati due mesi dal 5 maggio e non abbiamo ancora finito; ne avremo ancora per altri due mesi per completare la messa in sicurezza di strade, di parchi, la gestione di 15 frane, e di quanto possa interessare la pubblica incolumità. Tutte notizie da noi e dalla stampa regolarmente segnalate. Al momento abbiamo ancora in atto la messa in sicurezza in quota di circa 500 piante sul Parco assieme ad una infinità di altre operazioni sul territorio vastissimo (quasi 150 Kmq) e su 500 Km di strade di Pavullo, sui cimiteri, sul Castello e altro per un totale di altre 72 aree. Solo sulle strade abbiamo realizzato 47 interventi con quattro ditte diverse, ma restano ancora altri interventi su altre 17 aree che completeremo entro il 31 luglio 2019. Abbiamo le risorse finanziarie per fare tutto e anche per portare avanti i lavori sia di manutenzione che di miglioramento sul Parco, lavori che inizieranno in settimana con la rimozione della sessantina di ceppaie delle piante abbattute nel 2017 e il ripristino dei sentieri. Sono stati già eseguiti lavori su 350 piante per schianti e abbattimenti. A seguire la pulizia dell’area dietro la fontanina e fino alla sommità del Monte dei Frati e  solo all’inizio di Settembre, quando i macchinari pesanti avranno terminato il loro lavoro, inizieremo con le aiuole e tutta l’area di fronte al Palazzo Ducale e fino alla Fontanina. Nelle condizioni evidenziate, pretendere la sistemazione di tutto e subito è sembrato a molti l’atteggiamento tipico di chi non ha voglia di informarsi e di pensare. Lamentele che hanno indirettamente e ingiustamente avuto come bersaglio proprio le persone che da due mesi stanno lavorando intensamente per ripristinare l’ambiente, prima di iniziare le opere di miglioramento: cioè Assessore e  Funzionario Ambiente. L’Amministrazione sente piuttosto il dovere di ringraziare pubblicamente tutti coloro, Associazioni turistiche, ambientali, sportive, del volontariato ecc., ed altro, oltre ai singoli cittadini, che hanno collaborato generosamente e silenziosamente per la salvaguardia dell’ambiente che è patrimonio di tutti i cittadini. Cliccando sul testo potete vedere una Sintesi della relazione delle gestione emergenze e manutenzioni da novembre 2017 a giugno 2019.

 


 

Comunicato del 12 giugno 2019

  Ampliamento orario Centro di raccolta della stazione ecologica

Accogliendo una proposta inoltrata dalla Giunta del 21 Marzo scorso, Atersir ha recentemente convalidato il cambio di orario all’isola ecologica di Pavullo (CdR) che entrerà in vigore a partire da lunedì 24 Giugno 2019.

I nuovi orari sono stati elaborati tenendo conto della necessità di assicurare un miglior accesso a tutti i cittadini indistintamente e sulla base delle indicazioni che ci sono pervenute dalla collettività dei pavullesi e dalle associazioni di categoria; tutti indistintamente hanno richiesto una migliore fruibilità della isola ecologica per coloro che lavorano e pertanto abbiamo dato spazio anche alla pausa pranzo e al termine orario di lavoro, soprattutto d’estate.

Confidiamo che con questa variazione questo importante servizio possa essere utilizzato in modo più esteso dal cittadino perché in tal modo si rende un servizio utile all’ambiente e alla collettività, sempre nell’ottica del continuo miglioramento della differenziazione della raccolta dei rifiuti.

Orario invernale

Lunedi’

10.00-12.00

13.00-15.30

Martedì

12.00-14.30

 

Mercoledì

15.00-17.30

 

Giovedì

15.00-17.30

 

Venerdì

13.00-17.30

 

Sabato

09.00-12.00

13.00-17.00

Domenica

Chiuso

 

Orario estivo

Lunedì

08.00-11.00

17.00-20.00

Martedì

11.00-14.30

 

Mercoledì

17.00-20.00

 

Giovedì

17.00-20.00

 

Venerdì

11.00-14.30

 

Sabato

08.00-12.00

17.00-20.00

Domenica

Chiuso

 

 


Comunicato del 4 giugno 2019

Approvata in Consiglio Comunale la Delibera di indirizzo prevista dalla nuova legge urbanistica regionale

Il commento dell’assessore Iseppi: “Costruiamo un pezzo importante del futuro di Pavullo”

Nel Consiglio Comunale di maggio è stata approvata  la delibera di indirizzo prevista dalla nuova legge urbanistica regionale per dare immediata attuazione a parte delle previsioni del PSC nella cosiddetta fase transitoria prima della drastica riduzione delle previsioni in espansione a partire dal 1 Gennaio 2021 che limiteranno il consumo di suolo al 3% del territorio urbanizzato. L’Amministrazione ha deciso quindi di avvalersi di questa finestra e dare l’ultima possibilità a privati ed imprenditori di presentare progetti edilizi immediatamente attuabili con l’importante requisito dell’interesse pubblico, cioè del contributo che i costruttori renderanno per la riqualificazione e la rigenerazione urbana. A seguito dell’avviso pubblico scaduto il 31 Ottobre sono arrivate 61 manifestazioni di interesse (nel Comune di Modena, con una popolazione 10 volte superiore ne sono arrivate 41), che rappresenta un confortante segnale di dinamismo del tessuto socio-economico pavullese. Di queste, 36 (32 nel residenziale e 4 nel produttivo) sono risultate idonee a diventare accordi operativi e quindi progetti edilizi concretizzabili sul territorio. L’Amministrazione con questo importante provvedimento intende perseguire azioni strategiche molto precise: in primo luogo intende promuovere il concorso all’attuazione del progetto di riqualificazione del Centro Storico in fase di definizione, l’intervento di riqualificazione dell’asse stradale di Via Marchiani, il potenziamento della mobilità dolce nel Capoluogo e nella zona di San Antonio verso il polo produttivo di Madonna Baldaccini oltre al rafforzamento delle reti tecnologiche (acquedotto e rete fognaria). L’atto di indirizzo approvato stabilisce anche che i nuovi edifici dovranno possedere prestazioni energetiche elevate (pari o superiori alla classe A2), prevedere la predisposizione per l’installazione di infrastrutture elettriche per la ricarica dei veicoli, prevedere modalità di risparmio della risorsa idrica attraverso vasche per la raccolta dell’acqua piovana e infine rispetto al passato si potrà cominciare a costruire solo dopo il completamento delle principali opere di urbanizzazione primaria. In questi tre anni di urbanistica, infine, abbiamo pianificato e pensato ad interventi che avranno fondamentali riflessi per moltissimi anni sul nostro territorio (penso allo sviluppo senza precedenti della zona industriale di S Antonio che vedrà a breve ulteriori sviluppi) merito in primo luogo degli imprenditori che hanno deciso di investire e scommettere su Pavullo. L’Amministrazione è stata e sarà al loro fianco senza se e senza ma, perché crediamo che questo oltre a creare nuovi posti di lavoro per le famiglie pavullesi e non solo contribuisca a rendere più sicuro chi il lavoro lo ha già, condizione necessaria per fare di Pavullo ancora di più il punto di riferimento principale di tutto il Frignano.


 
Comunicato del 9 maggio 2019

Lezioni concerto nella Galleria dei sotterranei di Palazzo Ducale da maggio a luglio 2019

Sabato 11 maggio alle ore 18.00 si inaugura la Rassegna musicale “AMOre si fa sol la si do”, otto lezioni concerto dedicate al tema dell’amore. La suggestiva Galleria dei sotterranei di Palazzo Ducale ospiterà oltre venti musicisti, perlopiù giovani talenti già di grande fama.Apre la rassegna Caterina Manicardi soprano, Manfredo Meneghetti tenore e Angelo Zardo al pianoforte con una lezione concerto dedicata alle “Note d’amore” a cura del Circolo Bononcini, in occasione dell’inaugurazione della mostra “La via d’oro” dello scultore Michelangelo Galliani prevista, nella Galleria d’Arte Contemporanea, fino al 30 giugno. Prossimi appuntamenti: sabato 18 maggio Thrilling soul, dal tango alla musica italiana d’autore dal jazzbook americano alla musica brasiliana con Matteo Pontegavelli trumpet e flicorno e Marika Pontegavelli pianoforte swing, sabato 25 maggio “Suggestioni Romantiche” del pianista Nicola Fratti, che farà rivivere le suggestioni di splendidi classici quali Schubert e Chopin.

A cura di Music Factory di Pavullo tre lezioni concerto: sabato 1° giugno si propone un viaggio nel mondo poetico dei cantautori italiani e stranieri con Lalo Cibelli chiatarra e voce, Paolo Gianoli, chitarra. In occasione della Rassegna PAVULLO GREEN, sabato 8 giugno Love Songs fron America, sentimenti ed emozioni d’oltre oceano con Marcello Credi pianoforte, Eva Collicelli voce; sabato 15 giugno Parole e suoni che fanno battere il cuore con Alessandro Lunati pianoforte e voce e Paolo Gianoli chitarra.

Sabato 22 giugno si esibirà al pianoforte Gian Luca Muzzarelli in “Amore al chiaro di luna, Morte dopo la tempesta”.

Sabato 29 giugno vedrà protagonista il clarinetto, i maestri direttori e concertatori Stefano Borghi, Marianna Cogliani e Cosimo Linoci dirigeranno i musicisti del corso pre-accademico dell’Istituto Vecchi Tonelli.

Ultimo appuntamento, previsto per sabato 6 luglio esibizione finale della Masterclass del Maestro di pianoforte Adriano Cirillo.

Al termine di tutti gli appuntamenti degustazioni di prodotti eno-gastronomici del territorio a cura delle Sorelle In Erba e della sommelier Barbara Brandoli.

Programma e info alla pagina LEZIONI CONCERTO Rassegna AMORE si fa sol la si do - 8 concerti sui temi dell’amore

 


Comunicato del 9 maggio 2019

CENTRI ESTIVI NEL FRIGNANO

Anche quest’anno l’Assessorato alle Politiche Scolastiche e il Servizio Scuola del Comune di Pavullo n/F promuovono e organizzano i Centri Estivi comunali, rivolti ai bambini che hanno frequentato i servizi: Nido e lo Spazio Bambini, scuola dell’infanzia, scuole primarie e secondarie di primo grado. Le iscrizioni sono aperte sino al 25 maggio 2019

Per i bambini che hanno frequentato il Servizio Nido e Spazio Bambini è disponibile il centro estivo “Pollicinio”, per  la scuola d’infanzia il centro “Mary Poppins”, per la scuola primaria il “Peter Pan” mentre per gli alunni della scuola secondaria di 1° grado (fino a 13 anni e solo di mattina) il centro è organizzato da Teen Space.

Il comune di Pavullo n/F in qualità di comune capo-distretto del Frignano ha aderito al “Progetto per la conciliazione vita-lavoro” del Fondo Sociale Europeo  che prevede un contributo diretto alle famiglie con una dichiarazione ISEE inferiore a € 28.000,00, di € 84,00 a settimana di frequenza. Il contributo può essere concesso sia per i centri estivi comunali “Mary Poppins” e “Peter Pan” sia per quelli organizzati da privati: “Summer Camp 2019 del Circolo Tennis Pavullo, “Le Matite Colorate” presso il ristorante Al Passatempo di Coscogno, “Multisport 2019 dell’ ASD Pavullo FCF, “Sport Village 2019”  dell’ASD Sport e Benessere e “Morgan Summer Camp” della Morgan School.

Il “Progetto per la conciliazione vita-lavoro” è esteso anche ai comuni del Frignano che organizzano centri estivi a Fanano, Fiumalbo, Lama Mocogno, Pievepelago, Polinago, Serramazzoni, Sestola.

Centri estivi 2019. Contributi per le famiglie Progetto conciliazione vita - lavoro
Centri estivi comunali 2019

 

Comunicato del 7 maggio 2019


"Con delibera n. 31 del 10.04 il Consiglio di Ambito di ATERSIR ha approvato gli atti di gara per l’affidamento in concessione del servizio pubblico di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati nel bacino territoriale “Pianura e Montagna Modenese" del territorio provinciale di Modena. Da oggi sul sitodi ATERSIR trovate alcune riflessioni tra contesto locale e scenario regionale che accompagnano la pubblicazione della delibera. Vedasi: http://www.atersir.it/notizie/approvati-gli-atti-di-gara-l%E2%80%99affidamento-concessione-della-gestione-integrata-dei-rifiuti-urbani-e
Un volta ultimata la gara e definito il vincitore, cioè il nuovo gestore dei rifiuti, anche il Comune di Pavullo passerà gradualmente al sistema di raccolta porta a porta e a tariffa puntuale."


Comunicato del 7 maggio 2019

 CONCLUSA L’ATTIVITA’ VIDEOCLIPS  CON IL FESTIVALFILOSOFIA

Sabato mattina 4 maggio al Cinema Mac Mazzieri si è conclusa l’attività delle tre scuole superiori con i professori del Festivalfilosofia. Questa attività è stata fortemente cercata e finalmente ottenuta dal Comune di Pavullo che ha da sempre creduto nelle capacità e nella determinazione degli studenti, senza mai arrendersi alla loro presunta inadeguatezza di fronte alla prova che si poneva davanti a loro. In questo modo si è anche superato un luogo comune,  esistente da tempo, secondo il quale attività culturali di livello superiore possono essere appannaggio solamente delle scuole della pianura.

L’attività è durata sei mesi, da ottobre 2018 alla fine di aprile 2019; una durata così estesa è stata scelta per evitare inserimenti troppo bruschi sulla normale attività didattica degli istituti; allo stesso tempo ha consentito, vista la difficoltà di piena comprensione ed interpretazione degli autori e delle letture scelte, di dare tempo al tempo e di consentire, come normalmente accade quando si studia filosofia, di far depositare e sedimentare i differenti concetti da apprendere in modo da giungere ad una comprensione pensata, meditata e metabolizzata correttamente.

I risultati, a detta degli stessi professori, sono stato buoni, certamente superiori alle attese. Ciò perché gli studenti hanno risposto con determinazione, impegno, spesso con senso di iniziativa. Ciò è accaduto nella scelta degli autori, dei testi, dei contesti dove realizzare le clips e anche nella scelta dei costumi da indossare. In sede di presentazione dei lavori, il giorno 4 maggio, il prof. Ercolani, relatore per la chiusura dell’attività, ha ricevuto dagli studenti una serie di  domande, tutte pertinenti, alcune approfondite, altre critiche, ma comunque tutte frutto dello studio, del pensiero, della riflessione e della meditazione, concetti che in tempi  di social dilaganti sono sempre piu’ difficili da osservare non solo nei giovani, ma anche e forse soprattutto negli adulti. Alla luce dei risultati conseguiti i professori del festivalfilosofia si sono già dichiarati disponibili a continuare l’attività con le scuole anche il prossimo anno.

 


Comunicato del 2 maggio 2019

Il progetto scuola

In fase di discussione del Bilancio consuntivo 2018 è stato sinteticamente illustrato lo stato di avanzamento di quello che chiamiamo il progetto scuola. Si tratta di una serie di misure e di provvedimenti integrati, tutti finanziati e tutti di nostra iniziativa, relativi al mondo della scuola.

Partiamo dai lavori di miglioramento antisismico alla scuola di S. Antonio (in fase di partenza) e di Verica (inizio in estate) resisi necessari a seguito delle verifiche su tutte le scuole di Pavullo, realizzate a partire dal Settembre 2016. Sulle scuole de Amicis e Montecuccoli è in corso uno studio di fattibilità per verificare la convenienza di adeguarle sismicamente o di passare alla realizzazione di un nuovo polo scolastico. La risposta è attesa entro due/tre mesi. Per le altre scuole (Foscolo e Renno) siamo in attesa del responso sulle verifiche antisismiche.

Poi la importante riduzione di tariffe, specialmente sui cinque servizi per la scuola (prepost scuola, centri estivi, refezione scolastica, nidi e trasporti), di cui si è già detto e scritto piu’ volte, mirate soprattutto per le fasce di popolazione piu’ bisognose.

Sul piano culturale va menzionata la conclusione, che sarà formalizzata sabato 4 maggio al Cinema McMazzieri, dell’attività delle tre scuole superiori (Marconi, Cavazzi e Sorbelli), con i professori del Festival della filosofia. Si tratta di una attività fortemente voluta da questa amministrazione, che ha avuto una durata di circa sei mesi, la partecipazione di 13 classi e di 120 studenti coinvolti nella ricerca, lettura, studio, traduzione e interpretazione di brani di classici del pensiero letterario e filosofico. Questa iniziativa è stata voluta nella convinzione che una attività di questo tipo, con una istituzione prestigiosa a livello internazionale, per la prima volta presente a Pavullo in modo così strutturato, sia un complemento utilissimo, se non proprio fondamentale, per la formazione culturale e personale delle giovani generazioni.

Sul piano della connettività delle scuole abbiamo già dato mandato a Lepida (società partecipata dal Comune) di avviare la posa della fibra per la banda ultra larga in tre scuole della nostra comunità, in modo tale da fornire loro la migliore tecnologia disponibile all’attuale stato dell’arte.

Infine sul piano dell’educazione ambientale abbiamo esteso con HERA il progetto Riciclandino su tutte le scuole, anche quelle superiori, prima escluse. In tal modo tutti gli studenti potranno avere un indottrinamento specifico ed un avviamento pratico alla buona pratica della raccolta differenziata allo scopo di incrementare la loro sensibilità ed il loro rispetto per l’ambiente in cui vivono. Collaborazione che procede anche con l’istituto Cavazzi con cui iniziative specifiche sono già state organizzate nel passato (vedasi mobility week dello scorso settembre in cui è stato trattato praticamente anche il tema del compostaggio). Sabato 4 Maggio il pomeriggio sarà dedicato ad una ulteriore sensibilizzazione ambientale nell’ambito del Cavazzi Green day.

 

Comunicato stampa del 30 aprile 2019

PROGETTO CLIP 2019 A PAVULLO FESTIVALFILOSOFIA PERSONA 

Per il sesto anno il festivalfilosofia ha coinvolto gli istituti scolastici del territorio per il Progetto Clip, brevi videoletture di brani di classici del pensiero che costituiscono un’“antologia” sul tema della prossima edizione, persona.

La collaborazione tra gli istituti Marconi, Cavazzi e Sorbelli di Pavullo ed il Consorzio del Festival dlla Filosofia è stata fortemente voluto dal Comune che ha anche finanziato l'intero lavoro, iniziato ad ottobre 2018 e teminato in questi giorni.
Il Progetto Clip ha coinvolto 2 istituti, 13 classi, circa 120 studenti.
Sono stati letti, tradotti e interpretati 22 autori classici e sono stati realizzati 26 video. E' stato un lavoro complesso, articolato e approfondito in cui gli studenti sono stati coinvolti non solo come esecutori/studiosi, ma in cui la loro iniziativa e creatività è stata stimolata nella scelta dei testi, nei costumi, nel contesto delle registrazioni.

Due scuole di Pavullo partecipano per la prima volta al Progetto Clip del festivalfilosofia di Modena, Carpi, Sassuolo. Grazie al sostegno del Comune di Pavullo, 13 classi e circa 120 studenti degli Istituti d’Istruzione Superiore “G. Marconi” e “G. A. Cavazzi ‒ A. Sorbelli”, con l’aiuto dei docenti referenti del Progetto, sono stati coinvolti nella ricerca, nella lettura, traduzione e interpretazione di brani dei classici del pensiero letterario e filosofico sul tema della prossima edizione del festivalfilosofia, persona (13-14-15 settembre 2019). Gruppi ristretti di studenti, orientati dal festival, hanno scelto assieme ai loro insegnanti opere e brani nei quali il tema persona è trattato in modo significativo, presentando anche traduzioni originali dei testi, per infine realizzare il video, coadiuvati dai registi dell’Associazione STED di Modena. Con le indicazioni ricevute, i gruppi di studenti hanno prodotto 26 video clip, nelle scuole e sul territorio, in particolare presso il Castello di Montecuccolo, nelle vesti sia di attori che di operatori di ripresa e montaggio.

Sabato 4 maggio alle ore 9.30 presso il Cinema Teatro Mac Mazzieri sarà presentato il Progetto Clip alle scuole, con l’intervento dal titolo “Educazione alla lettura” di Paolo Ercolani, docente di Filosofia dell’educazione presso l’Università di Urbino. Paolo Ercolani ha insegnato anche Storia della filosofia e Teoria e tecnica dei nuovi media all’Università di Urbino, scrive per varie testate, tra cui «L’Espresso», e ha collaborato con «la Lettura» del «Corriere della Sera» e con Rai Educational Filosofia. Fondatore e membro del comitato scientifico dell’Osservatorio filosofico, è autore di vari articoli e libri, tra cui, Contro le donne. Storia e critica del più antico pregiudizio (2016) e Figli di un io minore. Dalla società aperta alla società ottusa (2019). Da alcuni mesi porta avanti il progetto di “Educazione sentimentale” per le classi quarte e quinte di diversi istituti superiori. A conclusione dell’intervento di Paolo Ercolani, si terrà un dibattito con il pubblico.

Da sabato 4 maggio, sul sito www.festivalfilosofia.it, nella sezione “Progetto Clip”, sarà possibile guardare e ascoltare le studentesse e gli studenti degli Istituti di Modena, Sassuolo, Pavullo che interpretano, per un totale di 62 video clip, brani di  Guinizzelli, Petrarca, Boccaccio, Boezio, Pascal, Hume, Kant, Beccaria, Nietzsche, Kafka, Foscolo, Wilde, Svevo e Pirandello, insieme alla Genesi dell’Antico Testamento, ad atti di processi e alla Dichiarazione universale dei diritti umani, per citare gli autori e i testi selezionati dai gruppi degli Istituti “G. Marconi” e “G.A. Cavazzi-Sorbelli” ‒ Liceo scientifico. Sono state affrontate questioni quanto mai attuali, all’interno della cornice del tema persona, quali la condizione della donna nella storia, l’ingiustizia, l’uguaglianza, la diversità, la fragilità dell’essere umani.

Comune di Pavullo - Progetto CLIP - educazione alla lettura


 
 
Comunicato del 27/4/2019

APPROVATO IL BILANCIO CONSUNTIVO 2018

Venerdì sera 26 Aprile è stato approvato in Consiglio Comunale il Bilancio consuntivo 2018. Il Bilancio ha confermato in maniera precisa quelli che sono stati gli indirizzi di politica economica e finanziaria fin qui seguiti. Estremo rigore nella spesa corrente discrezionale, attenzione massima agli investimenti da programma elettorale, ma anche al progetto scuola, che abbiamo definito in corso d’opera, assieme a risorse ingenti e iniziative importanti verso il mondo delle giovani generazioni. Il Bilancio si presenta immacolato sotto il profilo formale e sostanziale: nessun parametro di deficitarietà rilevato, equilibri di bilancio realizzati, certificazione esterna da parte della Ragioneria Generale dello Stato conseguita, parere dei revisori senza macchia e nessun contenzioso sorto.

Abbiamo chiesto anticipazioni di cassa con il bilancino del farmacista, riducendo al massimo le richieste e solo per le spese assolutamente non ritardabili, quindi riducendo di 25 volte gli interessi passivi (meno di 1.000 euro contro i quasi 25.000 del 2015); anticipando il pagamento delle fatture per debiti da funzionamento ben dentro la data di scadenza; le spese correnti sono leggermente cresciute ma solo per il nuovo contratto per i pubblici dipendenti; rispetto al 2013 i costi della telefonia fissa e mobile sono stati ridotti del 60%, materiale di consumo ridotto del 50%; spese postali ridotte del 70%; il tutto con un incremento del 500% della posta certificata (di fatto gratuita). Abbiamo azzerato le spese per studi, consulenze e sponsorizzazioni, ridotto ben dentro i limiti quelle per missioni, formazione del personale e convegni, mantenendo le forti riduzioni tariffarie per la scuola, che hanno consentito di allargare la fruizione dei servizi scolastici alle famiglie meno abbienti soprattutto sulla refezione scolastica, pre/post scuola e centri estivi. Abbiamo altresì realizzato una importantissima e forse duratura iniziativa culturale sempre per la scuola tramite il Consorzio per il Festival della filosofia, che si concluderà il giorno 4 maggio con la presentazione del lavoro svolto al cinema McMazzieri.

Sono stati finanziati oltre nove milioni di Euro per completamento Rimesse, manutenzione strade, miglioramento antisismico Scuole S. Antonio e Verica, completamento piscina, ultimo lotto Pratolino Malandrone e altro ancora. Di questi investimenti alcuni sono in corso, altri saranno realizzati entro l’anno in corso o quello futuro. Quest’anno sarà rifatta totalmente la pista di atletica e sarà completata l’analisi sul futuro delle scuole De Amicis e Montecuccoli (miglioramento antisismico o nuovo polo scolastico?). Tutto ciò con un continua e costante riduzione dell’indebitamento a lungo termine sceso a meno di 12 milioni dai 25 del 2000 (indebitamento sotto i 700 euro annui per il singolo cittadino; meno della metà degli oltre 1.500 dell’anno 2000) con parallela riduzione degli interessi passivi.

Per chiudere possiamo dire che si tratta di una prestazione di Bilancio veramente ideale, frutto di una convergenza sincronizzata di tutti gli uffici, con gli investimenti piu’ forti dal 2009 in un quadro economico/finanziario in miglioramento continuo.

 

Comunicato del 30/3/2019

sul Consiglio Comunale del 29/3/2019

Sintesi dei provvedimenti piu’ importanti discussi e votati

  1. Amministrazione comunale - Convenzione per il conferimento all’Unione dei Comuni del servizio di gestione e amministrazione del personale. Con questo provvedimento si intende approvare la convenzione per il conferimento all’Unione dei Comuni del Servizio gestione e amministrazione del personale in forma associata fra nove  Comuni dell’Unione. il Comune di Pavullo ha già approvato un accordo di collaborazione prima con la ex Comunità Montana e successivamente con l’Unione dei Comuni per il rafforzamento del Servizio Personale attraverso l’impiego del proprio personale con compiti di coordinamento e gestione del servizio; inoltre la Giunta dell’Unione in data 12.2.2019 ha approvato il progetto/ipotesi di gestione associata del Servizio Personale unificato e il 22.3.2019 l’ipotesi definitiva di riparto dei costi a carico degli enti aderenti; peraltro questa iniziativa comporta importanti vantaggi in quanto mira a unificare e razionalizzare l’intera gestione del personale dei nove comuni e è particolarmente importante soprattutto per i piccoli o piccolissimi comuni;  va da sé che in sede di approvazione del Bilancio di previsione vengono recepiti gli effetti della presente deliberazione in merito agli aspetti economico - finanziari che intercorrono tra gli Enti e l’Unione dei Comuni, in conformità allo Statuto e alla specifica convenzione. E’ seguita breve ma approfondita discussione. APPROVATA CON VOTO CONTRARIO M5
  2. Mozione 5 Stelle per valutazione per la progettazione di un ponte alternativo a quello di Olina. Con la mozione si intende dare corso a valutazioni di natura tecnica e progettuale in accordo con il Comune di Montecreto e tutti gli enti e proprietari interessati, per un possibile attraversamento tra il ponte del Lughetto e la nuova briglia con centrale idroelettrica. E’ stato presentato un emendamento da parte dello stesso gruppo con cui si sottolinea la disponibilità di alcuni proprietari ad una devoluzione gratuita delle particelle di terreno che dovessero essere necessarie alla realizzazione del ponte. REPLICA. Sono state espresse valutazioni positive sulla mozione con la necessità di coinvolgimento del Comune di Montecreto. APPROVATA.
  3. Mozione La Torre sul progetto di riqualificazione del centro storico di Pavullo. La mozione mira ad integrare il progetto di riqualificazione dell’Amministrazione già presentato con: ricerche di alcune associazioni del commercio sulle abitudini dei consumatori ed esigenze dei commercianti, una analisi sul flusso di traffico, sulla qualità dell’aria, un confronto con residenti e commercianti per abbassare il costo degli affitti e contributi a chi apre un’attività; nell’immediato una sistemazione di asfalto e marciapiedi, maggiore pulizia, incremento dell’illuminazione e ripristino della chiusura al traffico tutto l’anno al sabato pomeriggio e valutazione di altre chiusure anche per periodi piu’ ampi. REPLICA. L’Amministrazione ha ricordato ciò che ha fatto, iniziando a lavorare fin dall’inizio del suo mandato, con fondi che sono andati a finanziare il progetto di riqualificazione del centro storico; non ha condiviso le premesse della mozione, soprattutto perché le critiche sono venute proprio da coloro che hanno amministrato Pavullo per 28 anni e hanno realizzato la recente illuminazione pubblica del tutto insufficiente alle necessità della comunità. L’Amministrazione ha costituito un tavolo di lavoro con tutte le associazioni per prendere le migliori decisioni su un tema molto controverso a seconda dei diversi interessi e delle diverse sensibilità in gioco. RESPINTA.
  4. Mozione La Torre per la riduzione della tassa sui rifiuti negli esercizi commerciali delle frazioni. La mozione mira a ridurre la TARI per l’anno 2019 facendo ricorso all’eliminazione di 45.000 euro per i servizi comunali, rimpiazzandola con i probabili risparmi della spalata neve. Si intende anche introdurre un incentivo economico di 15.000 euro per le attività commerciali del settore alimentare delle frazioni. REPLICA. il risparmio della spalata neve è solo ipotetico in quanto lo stanziamento a bilancio copre tutto il 2019 e non solo la prima porzione dell’anno; l’incentivo per le frazioni in realtà è fortemente sperequativo verso tutti gli altri esercizi commerciali e verso tutti i cittadini di Pavullo in quanto la somma proposta (15.000 euro) sarebbe destinata a soli 42 esercizi, mentre la scontistica esistente per l’isola ecologica (18.000 euro) copre tutti gli abitanti e tutti gli esercizi commerciali e artigianali di Pavullo, compresi quelli delle frazioni; inoltre di 42 esercizi ben 10  godono già di un super sconto essendo collocati fuori zona; infine la maggior parte degli altri esercizi sono ristoranti (fra i piu’ importanti a Pavullo) o agriturismi o supermercati (fra i quali uno nuovissimo a S. Antonio) che, per quanto noto, stanno lavorando a pieno ritmo e non necessitano di ulteriori vantaggi rispetto al resto della popolazione e degli esercizi. Gli stessi proponenti la mozione hanno riconosciuto la presenza di qualche sbavatura nella loro proposta. RESPINTA
  5. Mozione 5 Stelle per il potenziamento dell’orario e servizio stazione ecologica di Pavullo. La mozione mira a introdurre un potenziamento dell’orario dell’isola ecologica e a creare nelle frazioni o altrove delle aree di conferimento per determinate tipologia di rifiuti. REPLICA: L’amministrazione già da tempo ha reso noto a tutti e ha già deciso i nuovi orari dell’isola ecologica rendendoli piu’ aderenti alle esigenze dei cittadini, soprattutto di chi lavora (ampliamento delle fasce sulla pausa pranzo e fino alle ore 20.00 d’estate; si è solo in attesa nei prossimi giorni dell’assenso di Atersir a questa proposta già inoltrata); la prima parte della mozione è pertanto inutile e ripetitiva di attività dell’amministrazione già terminate; per seconda parte si è precisato che la creazione di aree di stoccaggio nelle frazioni o altrove equivale alla creazione di discariche a cielo aperto e quindi è tecnicamente infattibile. RESPINTA

 

Comunicato del 27 marzo 2019

ANCORA SUL PUNTO NASCITE DI PAVULLO

In relazione all’impegno assunto dal Sindaco nella riunione di Consiglio del 28 Febbraio, è stata successivamente formalizzata in Giunta, in data 14 Marzo con delibera num. 156, la richiesta per il Presidente della Regione di riaprire urgentemente il confronto con il Ministro della Salute; ciò allo scopo di rivedere i parametri relativi al punto nascite, collegati al forte disagio ambientale derivante dalla posizione orografica degli ospedali di montagna, incluso quello di Pavullo; inoltre il Sindaco si è assunto l’impegno di farsi promotore di un incontro fra i Sindaci dell’Appennino, il Presidente Bonaccini e l’Assessore Venturi allo scopo di esplicitare meglio le numerose criticità sorte proprio in ragione della chiusura del punto nascite dell’ospedale di Pavullo. Come noto l’opportunità per questa iniziativa è stata offerta dal Ministro della salute che sul tema in questione si è recentemente sentita con il Presidente della Regione Bonaccini (PD), anche allo scopo di valutare la possibilità di ridiscutere l’attualità dell’Accordo Stato/Regioni del 2010; collateralmente si è accertata la disponibilità del Presidente Bonaccini, emersa proprio dopo l’incontro con il Ministro, a valutare la possibilità di ridiscutere e di riaffrontare, all’interno del nuovo patto per la salute, anche la questione del punto nascite. In funzione di questa doppia disponibilità, ulteriormente rafforzata dalla delibera dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna che ha sollecitato la prosecuzione del confronto con il Ministro della salute.

In aderenza a quanto appena scritto, oggi 27 Marzo 2019 è stata spedita alla Regione Emilia Romagna, al Ministero della Salute e ai Direttori dell’Azienda USL e del distretto di Pavullo, la PEC contenente quanto deliberato dalla Giunta in data 14 Marzo.

Più recentemente ancora il Ministro per la salute, in risposta ai parlamentari Fiorini e Foti, ha ribadito, come riportato anche dalla stampa locale (Resto del Carlino del 26 marzo 2019 “Punto nascita, il Ministro: presto soluzioni innovative”), un cambiamento di prospettiva “che potrà essere condiviso con le Regioni già in sede di rinnovo del patto per la salute in modo da portare a soluzioni innovative in grado di garantire un servizio di massima prossimità, pur in un regime di invariata attenzione alla sicurezza delle donne e del nascituro.” Queste dichiarazioni confermano l’interesse del Governo verso la soluzione di un problema reale (quello della chiusura del punto nascite), ma soprattutto confermano la correttezza dell’impostazione data da questa  amministrazione che da sempre ha cercato un dialogo costruttivo prima con le istituzioni locali e, quando si è presentata la possibilità, ha caldeggiato senza riserve l’apertura di un dialogo fra Regione e Governo per giungere ad una soluzione ad un problema fortemente sentito dalla popolazione pavullese. Il tutto senza mai uscire da una cornice di assoluto rispetto istituzionale dei ruoli reciproci.


Comunicato del 20 marzo 2019

 COMUNICATO PUNTO NASCITE OSPEDALE

Nel Consiglio Comunale del 28 Febbraio, con riferimento ad una mozione presentata dal Movimento Cinque stelle sul punto nascite, il Sindaco ha avuto modo di illustrare una sua specifica iniziativa, inserita in un emendamento modificativo della mozione di cui sopra. Poiché l’emendamento non è stato accolto dal proponente la mozione, la stessa è stata poi bocciata dal Consiglio.

L’opportunità per questa iniziativa del Sindaco è stata offerta dal Ministro della salute Grillo (5Stelle) che sul tema in questione si è recentemente sentita con il Presidente della Regione Bonaccini (PD), anche allo scopo di valutare la possibilità di ridiscutere l’attualità dell’Accordo Stato/Regioni del 2010; collateralmente si è accertata la disponibilità del Presidente Bonaccini, emersa proprio dopo l’incontro con il Ministro, a valutare la possibilità di ridiscutere e di riaffrontare, all’interno del nuovo patto per la salute, anche la questione del punto nascite. In funzione di questa doppia disponibilità, ulteriormente rafforzata dalla delibera dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna che ha sollecitato la prosecuzione del confronto con il Ministro della salute, il Sindaco ha annunciato che a brevissima scadenza di tempo avrebbe richiesto formalmente al Presidente della Regione di riaprire urgentemente il confronto con il Ministro della Salute; e ciò allo scopo di rivedere i parametri relativi al punto nascite, collegati al forte disagio ambientale derivante dalla posizione orografica degli ospedali di montagna, incluso quello di Pavullo; correlativamente il Sindaco si è impegnato a farsi promotore di un incontro fra i Sindaci dell’Appennino, il Presidente Bonaccini e l’Assessore Venturi allo scopo di esplicitare meglio le numerose criticità sorte proprio in ragione della chiusura del punto nascite dell’ospedale di Pavullo.

In aderenza con questi impegni presi, la Giunta nella seduta del giorno 14 Marzo, con la delibera n. 156, ha formalmente dato esecuzione a quanto annunciato dal Sindaco in Consiglio.

Troverete il testo completo della delibera al seguente link: http://albo.comune.pavullo-nel-frignano.mo.it/albopretorio/albopretorio/Main.do?MVPG=AmvRicercaAlbo

Si terrà informata la cittadinanza sugli sviluppi che il Sindaco darà alla delicata tematica in questione.


Comumunicato del 13 marzo 2019

Ancora sul problema rifiuti

Abbiamo detto piu’ volte che la TARI non è un balzello con il quale l’Amministrazione si diverte a vessare sadicamente i cittadini: al contrario è una tassa che dipende al 95% dal comportamento virtuoso o meno della stessa collettività. Riduzione della quantità di rifiuti, raccolta differenziata efficiente, utilizzo esteso dell’isola ecologica, raccolta separata dei rifiuti organici, diffusione del compostaggio domestico, eliminazione degli abbandoni, sono tutti elementi che concorrono alla riduzione della TARI. Purtroppo tutti questi elementi sono presenti solo in parte a Pavullo; l’Amministrazione ha attivato da tempo progetti specifici per ciascuna di queste voci, ma non tutto è così semplice: ad esempio, nell’ultimo anno abbiamo avuto un sensibile incremento nella produzione di rifiuti, per un sostanzioso incremento delle spese dei cittadini, chiaro indicatore di accresciuta fiducia rispetto all’anno precedente, ma allo stesso tempo, poichè i costi del gestore vanno totalmente ripagati, ciò si riflette negativamente sulla TARI; sugli abbandoni incontrollati e incontrollabili possiamo fare ben poco anche con telecamere e fototrappole, viste le dimensioni di territorio e  strade comunali; per il resto la nostra precisa ed articolata strategia  prevede:

raccolta differenziata: campagne informative continue e inserimento di tutte le classi degli istituti superiori nel progetto Riciclandino; una giornata di sensibilizzazione alle scuole (Cavazzi Green Day); la settimana della mobilità sostenibile con diversi momenti dedicati al compostaggio infine alcuni info points al mercato del sabato; tutto ciò già realizzato;

isola ecologica: la raccolta della differenziata all’isola ecologica è ferma al 26% del totale dei rifiuti raccolti. Questa è la forma piu’ conveniente per il cittadino che può ricevere uno sconto sulla TARI, piu’ economica ed efficiente per tutti e quindi va assolutamente aumentata. A breve emaneremo un nuovo orario per  rendere i conferimenti piu’ aderenti alle esigenze dei cittadini;

raccolta separata rifiuti organici: come regola viene effettuata la completa raccolta dei rifiuti organici al mercato settimanale in Piazza Toscanini; la settimana scorsa abbiamo terminato le visite e i contatti, uno ad uno, con tutti gli oltre 160 gestori di ristoranti, tavole calde, bar, pizzerie, rosticcerie, negozi di alimentari, supermercati, fiorerie, ortofrutta all’ingrosso per informarli della imminente collocazione di bidoncini dell’organico nei pressi dei loro esercizi. Lo stesso abbiamo già fatto presso tutte le scuole con mensa, tutti i centri per anziani, l’ospedale e la mensa aziendale. Confidiamo, vista l’importanza dell’iniziativa, in una risposta decisa e convinta da parte di tutti.

compostaggio domestico. Continuiamo a sollecitare il compostaggio domestico che per ora interessa solo una parte minima della cittadinanza. Ricordiamo che sono in distribuzione gratuita alcune compostiere per chi ne fa richiesta; questa è la forma piu’ conveniente per l’amministrazione, ma soprattutto per  il cittadino, assieme all’utilizzo dell’isola ecologica, per ridurre considerevolmente i costi della TARI, essendo previsto uno sconto del 30% sulla parte variabile della tariffa stessa. Sollecitiamo tutti coloro che ancora non ne sono provvisti dotarsi di una compostiera e a registrarsi in Comune per il relativo sconto. Ne avranno tutti i relativi vantaggi.


Comunicato del 4 marzo 2019

Tassa sui rifiuti 2019

Nella seduta di Consiglio di giovedì 28 Febbraio è stata approvata la tassa su rifiuti per l’anno 2019. Anche quest’anno ci sarà un aumento, piccolo, ma pur sempre un aumento: in termini nominali sarà del 3,5% ma in termini reali, per le tasche del cittadino, solo dell’1,2%. Cioè pochissimi Euro per ogni bolletta, che ora non saranno piu’ scaglionate in due rate, ma in tre  (30 Aprile, 31 Luglio e 30 Novembre). I motivi sono dovuti sempre alle ragioni ripetute ormai una infinità di volte: una insufficiente raccolta differenziata e una serie di abbandoni incontrollati e incontrollabili come documentato qui sotto. Purtroppo questi fenomeni deteriori su un territorio vastissimo come il nostro sono pressoché impossibili da estirpare se non con la buona educazione dei concittadini e un piu’ marcato controllo sociale da parte di tutti.

Ma nel 2018 abbiamo avuto anche un consistente incremento nella quantità dei rifiuti prodotti, anche a causa del sostanzioso incremento di nuovi cittadini.

Per continuare con la differenziazione dei rifiuti, abbiamo messo in campo un progetto specifico sulla raccolta dell’organico e sul  compostaggio, per la realizzazione del quale abbiamo bisogno della collaborazione di tutti: abbiamo già visitato parecchi ristoranti per la raccolta separata dei loro rifiuti organici,  lo stesso abbiamo fatto sulle mense scolastiche, su quelle dei quattro centri per anziani, su quella aziendale e infine sulla mensa dell’ospedale. Confidiamo che, vista la notevolissima quantità di rifiuti organici prodotta da ristoranti e mense, con lo smaltimento separato si possa migliorare considerevolmente il rapporto della differenziata; infine il singolo e privato cittadino, che può dotarsi di una compostiera e contribuire per parte sua ad un miglioramento dell’ambiente e della raccolta dei rifiuti; lo scorso anno l’Amministrazione ne ha messe a disposizione gratuitamente  25, delle quali 21 sono state richieste e ritirate dai cittadini. Anche per il 2019 è prevista la distribuzione gratuita di 30 compostiere, vi informeremo sulle modalità di presentazione delle richieste non appena le compostiere saranno disponibili.

Dal momento solo 446 cittadini su un totale di 8.692 fanno compostaggio domestico, forse anche per una insufficiente conoscenza sui vantaggi di questa buona pratica. Il compostaggio infatti  consente di:

  1. Ottenere una doppia riduzione della componente indifferenziata: una per mancato conferimento dei rifiuti organici, l’altra per la contabilizzazione forfettaria di alcuni quintali di peso per singola compostiera;
  2. Migliorare il rapporto con la indifferenziata;
  3. Ottenere uno sconto in bolletta del 30% sulla componente variabile TARI;
  4. Ottenere un sensibile vantaggio ambientale;
  5. Realizzare una produzione autonoma di fertilizzante.

 


Comunicato del 9 febbraio 2019

Come cambia la popolazione di Pavullo

La verifica continua dell’andamento dei dati demografici è un fattore di grande importanza per una amministrazione in quanto da questa analisi si possono capire fenomeni vari, comportamenti, tendenze, preferenze e quindi programmare in modo consapevole il futuro della nostra comunità. Ovviamente per avere un quadro complessivo questi dati vanno incrociati con altri dati di tipo economico e sociale come l’occupazione, le previsione di sviluppo economico, i comportamenti al consumo, il numero dei poveri, le esigenze delle persone anziane, ecc.

Sotto questo profilo, come già evidenziato in sede consiliare nell’approvazione del Bilancio 2019, i dati di Pavullo sono relativamente buoni, pur se con qualche aspetto negativo per quanto attiene alla popolazione giovanile e a quella inattiva.

La popolazione complessiva, dopo una fase di pausa a seguito della crisi degli anni 2007/2008 (che a Pavullo si sono sentiti con qualche anno di ritardo), è tornata a crescere in modo consistente, soprattutto nel 2018, attestandosi a 17.856 residenti con un incremento dell’1% rispetto al 2017. Probabilmente molte persone sono state attirate dal buon andamento del tessuto industriale di Pavullo, certamente migliore di quello dell’intera Provincia di Modena, soprattutto per il dato dell’occupazione. La crescita della popolazione straniera è stata ancora piu’ forte, passando da 2.257 a 2.353 persone residenti, con un incremento del 4,25%. Al momento gli stranieri a Pavullo sono oltre il 13% della popolazione totale. Percentuale molto piu’ alta del dato nazionale nel suo complesso.

Le nascite purtroppo, come da tendenza generale, sono in ulteriore calo anche nel 2018, e si sono fermate a soli 132 nuovi nati. Dato che riflette l’insicurezza nel futuro, la mancanza di certezze e di prospettive consolidate, soprattutto per le nuove generazioni, associate a scelte di vita che pongono la natalità in posizione subalterna rispetto ad altre priorità. Abbiamo già informato a suo tempo che la classe quinta delle scuola primaria del 2028 avrà circa il 40% degli studenti in meno rispetto alla classe quinta attuale. E questa tendenza sembra inarrestabile, al momento, a meno di cambiamenti sostanziali nel quadro nazionale. Tutto ciò ci pone problematiche non piu’ eludibili sulla configurazione delle nostre scuole che al momento sono allo studio e su cui saranno prese importanti decisioni a breve.

I giovani fino a 10 anni sono al momento 1.574, contro 2.280 anziani oltre i 75 anni. Questi ultimi sono il 45% in piu’ rispetto ai giovani. Anche qui il dato è preoccupante perché la percentuale di popolazione attiva (cittadini dai 18 anni ai 65 anni) che potenzialmente lavora e che può supportare quella inattiva (sotto i 18 anni e sopra i 65) è in calo costante. Le strutture per anziani e il numero di badanti residenti a Pavullo sono al momento sufficienti a fare fronte alla necessità della popolazione anziana, anche se i costi dei servizi per anziani sono crescenti sia per i privati che per le strutture pubbliche. Un dato di consolazione finale: a Pavullo abbiamo 10 ultracentenari di cui 7 donne e solo 3 uomini. Il prossimo anno continueremo a seguire l’evoluzione di questi fenomeni.


Comunicato stampa del 4 gennaio 2019

Bilancio e documento unico di programmazione 2019-2021

lo scorso 27 Dicembre 2018 il Consiglio ha approvato il Bilancio e il D.U.P. 2019/2021. Si tratta di due documenti fondamentali perché ci troviamo a metà del nostro mandato e la situazione che vediamo ci impone di mettere delle premesse che vadano ben oltre il termine del 2021. Partiamo dalla situazione demografica. A Pavullo nascono pochissimi bambini, la popolazione invecchia sempre piu’ (158 anziani su 100 giovani) e la componente attiva della popolazione (dai 15 ai 64 anni) cala sempre di piu’ rispetto ai vecchi e ai giovani (100 su 52). Ciò significa che sempre meno persone attive dovranno prendersi cura di un numero crescente di persone inattive. L’età media è salita di quasi due anni negli ultimi quindici. Fra i giovani fra i 30 e 34 anni il numero di scapoli/nubili è ancora largamente superiore a quello degli sposati  - indice di matrimoni ritardati. Nel 2028 la quinta elementare avrà il 43% di studenti in meno di oggi. Gli over 75 sono oggi 2.016. La popolazione straniera rappresenta il 12% della popolazione ed è in crescita. Le frazioni stanno diventando dei dormitori. Questi dati, tutti preoccupanti, ci obbligano a seguire costantemente l’andamento demografico e ci pongono diversi problemi: dalle scuole (saranno piu’ piccole, piu’ moderne  e piu’ efficienti energeticamente) e dagli anziani (verifica costante delle strutture per anziani, del numero di badanti, adeguamento dell’assistenza domiciliare, ecc.), ma soprattutto il problema fondamentale è la Nuova Estense che entro dieci anni andrà allargata per consentire lo smaltimento del traffico che tutti gli operatori economici prevedono in aumento. Se questo non accadrà le aziende potrebbero andare in sofferenza e il rischio di una crisi locale, per ora ampiamente scongiurata, potrebbe diventare reale e avere conseguenze catastrofiche per la nostra debolissima struttura demografica.

Daremo ora conto, da DUP, di ciò che è stato realizzato, dei programmi in itinere e di quelli a più lungo termine.

Scuole anno 2019: lavori antisismici a S. Antonio (1,4 mil Euro) e Verica (850.000 Euro) con una palestra e mensa aggiuntive (solo Verica); studio di fattibilità per verificare convenienza di nuovo polo scolastico di tipo modulare in zona stadio (in sostituzione scuole De Amicis e Montecuccoli), in alternativa a lavori antisismici sui due edifici menzionati; progetto immediato se convenienza nuova scuola sarà accertata; progetto per nuova palestra scuole superiori (retro edificio Marconi) di proprietà Provincia; mantenimento tariffe scolastiche già fortemente ridotte dal 2017;

Anziani (anno 2019): incremento fondo per assistenza domiciliare e miglioramento energetico struttura Fili d’argento; monitoraggio continuo situazione e condizioni;

Minori, handicap e disabilità (anno 2019): già realizzati nuovi accessi pro disabili al cimitero principale; stanziati fondi per due montascale sempre al cimitero principale; fondi per disabilità e handicap a copertura di tutte le esigenze; accolti 7 nuovi minori in strutture;

Ambiente (anno 2019): inizio su base triennale ristrutturazione Parco Ducale su indicazioni Masterplan Università Firenze (135.000 Euro iniziali); previsti cinque sfalci con raccolta erba tagliata su aree pubbliche (26.000 Euro), introdotto pronto intervento per rimozione alberi caduti per neve o vento (8.000 Euro); prevista potatura piante pericolanti e ripulitura pineta di mezzo (25.000 Euro);

Sport: lavori piscina proseguono - conclusione stimata a fine estate 2019; smentite con assoluta fermezza false notizie di inadeguatezza profondità vasca principale. Conferme dal CONI, aderenza totale a requisiti FIN (Federazione Italiana Nuoto) e FINA Federation Internationale de Natation);  costo inferiore di 350.000 euro rispetto ad accordi iniziali; previsti 100.000 ingressi annui; bocciodromo: risanato tetto (anno 2017); tennis coperto: risanato tetto (anno 2017), rifatta superficie sui tre campi, costruiti spogliatoi e centrale termica (anno 2018); calcio: realizzato accordo decennale con Pavullo FCF; già realizzato campo in erba sintetica su campo Galloni a cura e spese Pavullo FCF; già effettuato progetto per manto in erba sintetica su campo Minelli; atletica: previsto rifacimento pista entro estate 2019 su Stadio Minelli, con mutuo a tasso zero già concesso (250.000 Euro);

Centro Storico: completato progetto pluriennale per ristrutturazione; per 2019 previsto stanziamento 150.000 euro per i primi lavori;

Cultura: bando per assegnazione gestione Castello Montecuccolo in fase di uscita; attività fra Istituti Marconi, Cavazzi e Sorbelli con Consorzio Festival della filosofia in pieno svolgimento; conclusione prevista per fine Aprile 2019 con presentazione lavori e  videoclip realizzate al Cinema McMazzieri; attività Atelier Fabbrica delle arti in pieno svolgimento al Palazzo Ducale dopo inaugurazione iniziativa ad Ottobre 2018; tutte le attività musicali,  espositive, mostre, concerti e biblioteca mantenute come da prassi;

Sicurezza: stanziati 60.000 euro per completamento cintura digitale esterna per lettura targhe attorno all’abitato di Pavullo ai fini dell’ “impermeabilizzazione” totale dagli ingressi sospetti o pericolosi; sostituzione interno abitato Pavullo telecamere obsolete;

Viabilità: iniziati lavori Carrai a cura ANAS con coordinamento Comune; su Pratolino-Malandrone previsto completamento lavori su 2 stralci a fine primavera; ristrutturata totalmente via del Bottegone a cura e spese privati; realizzato progetto per viabilità Montebonello e rotonda per Serramazzoni, con lavori a seguire; il tutto a cura e spese dei privati; aperto da tempo tavolo di confronto con Unione Comuni, Provincia, Regione,  ANAS per allargamento Nuova Estense;

Varie: completamento edificio Rimesse previsto da Gennaio 2019 e finanziato con 1,4 mil di euro; Archivio storico e generale: spostamento in Via Plati in corso di realizzazione e completamento nel 2019; Campionati mondiali di volo a vela di Settembre 2019: partecipazione del Comune al comitato organizzatore e a tutti gli eventi di contorno ai campionati stessi.

Tutta questa enorme quantità di attività e di lavori sarà realizzata facendo ulteriormente calare il debito a medio/lungo termine del nostro Comune da 12,309 mil. di euro per l’anno 2017, a 11,856 mil. per il 2018 e 11,620 mil. previsti per il 2019.


Comunicato stampa del 4 gennaio 2019

OSPEDALE: LE SCELTE DEL SINDACO

Gli avvenimenti recenti che hanno caratterizzato la vita del nostro ospedale nascono da molto lontano. Dal 2010 in poi si sono succeduti diversi governi di vario colore politico che hanno dato le proprie linee guida sul tema della sanità pubblica. In particolare l’Accordo del 2010 fra Governo e Regioni ha definito misure di politica sanitaria e di accreditamento, la carta dei servizi per il percorso nascite, l’integrazione territorio-ospedale oltre a molte altre cose di interesse sanitario. Il successivo Piano Attuativo Locale (PAL) del 2011 ha sviluppato le linee guida dell’accordo riconoscendo un aumentato livello di equità a livello provinciale nella distribuzione dei servizi e nella loro utilizzazione. Tutto ciò viene presentato come dato di fatto oggettivo, senza dare alcuna valutazione o giudizio di merito su quanto deliberato a suo tempo.

Nella primavera del 2017 la Conferenza territoriale sociale e sanitaria (CTSS) ha iniziato a definire, così come previsto dal PAL 2011, il piano per la rete sanitaria integrata territoriale provinciale. La CTSS, dopo vari incontri preliminari, nella riunione del 6 Giugno 2017 ha preso atto del lavoro sviluppato dentro un impianto unitario con 3 macroaree di cui una, nell’area sud, con ospedale di riferimento Sassuolo, con Pavullo e Vignola e contributi della rete provinciale. La stessa Conferenza, sempre il 6 Giugno, ha approvato, con l’astensione del Sindaco Biolchini, l’impianto generale presentato assumendosi l’impegno a proseguire i confronti sul territorio: in particolare per un approfondimento del “Percorso nascita Pavullo”.  L’astensione del Sindaco è stata motivata con la possibilità utilizzare una eventuale apertura per il mantenimento del percorso nascite a Pavullo nonostante un numero di parti inferiore rispetto ai requisiti nazionali. L’occasione si è presentata quando la Regione, il 12 Luglio 2017, ha annunciato sulla stampa che entro una settimana sarebbe arrivata la relazione della Commissione percorso nascita regionale dell’Emilia-Romagna: a quel punto la stessa Regione si era riservata la facoltà di chiedere una deroga al ministero della Salute “con l’obiettivo primario di tutelare la salute e garantire la sicurezza delle mamme, dei nascituri e degli operatori”. In questo nuovo contesto Sindaco e  Giunta di Pavullo, in data 13 Luglio 2017, hanno deliberato di richiedere formalmente alla Regione, per successivo inoltro al Ministero della Salute, la deroga in questione, cosa che è avvenuta poco dopo. A questo punto il Sindaco Biolchini ha testualmente annunciato di essere pienamente soddisfatto di questa richiesta di deroga per la quale si era battuto senza urla o strepiti, ma con totale fermezza. Mettendo in sostanza nero su bianco sulle ragioni della propria astensione del 6 Giugno.

Purtroppo agli inizi di ottobre è giunta la sentenza del Ministero che deliberava la chiusura del centro nascite di Pavullo assieme a Castelnovo ne’ Monti e a Borgotaro. Con grande amarezza il Sindaco ha commentato che si è trattato di un evento triste per Pavullo e tutto il Frignano. Amarezza temperata dal piano di investimenti annunciato e già in corso d’opera di cui  si da conto nella tabella a fianco. A questo punto non ci resta che vigilare attentamente sullo sviluppo degli piano di investimenti e sulle relative realizzazioni. E verificare che non ci siano differenze su quanto promesso relativamente al potenziamento e riqualificazione dell‘ospedale e le relative realizzazioni. A fianco la tabella con il piano di interventi annunciato.

le date indicate,a nostro avviso, potrebbero subire qualche variazione per gare, concorsi, ecc


Comunicato stampa del 19 dicembre

Canali ufficiali per segnalazioni e richieste all’amministrazione

L’inverno e il freddo sono tornati e con essi anche la neve, il ghiaccio e le necessità di garantire la spalata e lo spargimento del ghiaccio.

In considerazione del lavoro continuo che l’amministrazione dovrà assicurare sulle strade in tutto il periodo invernale, diviene ancora più prezioso il contributo che i cittadini possono dare con le loro segnalazioni.  Si ricorda che è opportuno che le richieste per problemi di qualsiasi natura (pertanto non solamente per problemi sulle strade), siano inoltrate direttamente all’amministrazione  all’indirizzo urp@comune.pavullo-nel-frignano.mo.it  oppure direttamente su questa pagina FB https://www.facebook.com/ComuneDiPavullo/ che è l’unica pagina ufficiale e istituzionale dell’Amministrazione. La risposta avverrà nel più breve tempo possibile, compatibilmente con la presenza degli operatori e tramite lo stesso mezzo.

Vi preghiamo di considerare che le richieste di spalata neve non possono essere soddisfatte tutte quante allo stesso orario nello stesso punto e che le operazioni di salatura vanno effettuate su circa 500 Km di strade comunali e vicinali.

Naturalmente è garantito il monitoraggio della mail e della pagina facebook istituzionale, non saranno invece prese in considerazione richieste  o segnalazioni polemiche effettuate fuori da questi canali.


Comunicato del 19 dicembre 2018

Festival della filosofia alle scuole superiori di Pavullo

Come è stato già scritto piu’ volte, sono in corso agli Istituti Marconi e Cavazzi/Sorbelli, le attività tra gli insegnanti del Consorzio del Festival della Filosofia e insegnanti e studenti dei due istituti superiori. Le attività, iniziate ad ottobre, sono state  fortemente volute dall’amministrazione ed hanno ricevuto una risposta positiva prima dagli insegnanti che hanno accolto molto volentieri il progetto, poi successivamente anche dagli studenti, incuriositi da questa attività del tutto nuova per loro. Il progetto  consiste nell’approfondimento di alcuni autori classici italiani, stranieri o latini, nella scelta di alcuni brani attinenti al tema “Persona” (che sarà il filo conduttore della prossima sessione del Festival a Settembre 2019). Questi brani saranno recitati in modo ambientato e animato, sia sotto forma di monologhi, di soliloqui o di dialoghi di gruppo. La scelta dell’ambientazione verrà decisa assieme dal regista del festival e dagli studenti in modo da consentire il massimo livello di partecipazione. Così come le riprese, che saranno effettuate dai ragazzi sotto la guida del regista, assieme al montaggio della varie clip.

Stanno partecipando al progetto ben 15 gruppi di studenti del Cavazzi/Sorbelli e 10 del Marconi. Segno che l’attività interessa molto i giovani studenti che hanno mostrato un encomiabile desiderio di partecipare a questa iniziativa. I frutti del lavoro saranno poi postati sul sito del festival della Filosofia, su questo sito, e saranno presentati a tutta la cittadinanza al Cinema Mc Mazzieri in una data ancora da definire, ma presumibilmente ad Aprile prossimo.


Comunicato del 11 dicembre 2018: campi sportivi

Alla fine dell'estate abbiamo concluso un importante accordo, dopo regolare gara ad evidenza pubblica, con l'Associazione sportiva Pavullo FCF per l'assegnazione delle strutture del Calcio. In  sostanza abbiamo previsto una durata dell'accoro di dieci anni per consentire al vincitore della gara una pianificazione a medio lungo termine dell'attività sportiva senza il perenne assillo posto in convenzione da termini temporali molto brevi (normalmente tre anni) che impedivano ai gestori di assumere impegni duraturi nel tempo.
In questo modo sono stati assegnati all'Associazione vincitrice i due campi Minelli e Galloni (quest'ultimo con illuminazione a led installata lo scorso anno) e la gestione completa della palazzina ex Virtus comprendente un bar, un ristorante, vari locali per servizi e uffici e due palestre ai piani superiori. Il corrispettivo di gestione resterà lo stesso dato in precedenza dall'Amministrazione come contributo annuo (49.000 euro piu' IVA).
Il gestore ha l'obbligo però di assicurare la manutenzione periodica, ordinaria e straodinaria di tutte le strutture e di costruire un campo in erba sintetica del costo di 150.000 euro (iI campo è già realizzato dalla fine di  settembre 2018 come si evince dalla foto). 
Nel frattempo sulla pista di atletica nello stesso stadio Minelli, gestita dall'Atletica Frignano,  associazione che vanta numerosi giovani atleti di livello internazionale sia sulle distanze piane, che nelle corse campestri, stiamo provvedendo a rifare totalmente il manto con un progetto già approvato (vedasi foto) per il quale stiamo chiedendo un mutuo all'Istituto di Credito sportivo a tasso zero. I lavori dovebbero essere ultimati, se il tempo ci assiste o non ci penalizza, per la gara delle Quattro Torri dell'Agosto 2019. Questa modifica si rende necessaria perchè le condizioni attuali della pista sono davvero precarie e per richiamare a Pavullo società sportive di altre città, anche estere, per stages, allenamenti congiunti ed altro. Ciò in considrazione della continua partecipazione dei nostri atleti a competizioni di altissimo livello quali Universiadi, Campionati Mondiali, Europei e tutte le piu' importanti gare nazionali di atletica leggera. Infine, in collegamento con la pista, avendo già realizzato il progetto, sarebbe opportuno rifare anche il manto in erba sintetica dell'adiacente Campo Minelli. A tale scopo stiamo partecipando ad un bando per un importo pari a 500.000 Euro che prevede una partecipazione del Comune per 125.000 Euro. Il successo in questo bando diventa elemento decisivo per la realizzazione di questo ulteriore campo in erba sintetica. 

 


Comunicato del 1 dicembre 2018: Finalmente la piscina

Finalmente dopo anni di interruzione dell’attività natatoria Pavullo potrà avere una nuova piscina. I lavori sono già iniziati da tempo con una ristrutturazione del vecchio edificio che sarà inserito  all’interno di un complesso sportivo rivisto e modificato in quasi tutti gli spazi. Senza voler ripercorrere dall’inizio tutta l’annosa vicenda basterà ricordare che all’inizio del nostro mandato ci siamo trovati nella spiacevole situazione di dover prendere una difficile decisione sul posizionamento della struttura e sul tipo di intervento da realizzare. Come è noto abbiamo poi deciso per una ristrutturazione sulla preesistente sede della piscina coperta. E ora finalmente possiamo partire per la realizzazione dell’opera.

La nuova piscina avrà una funzione generalista e multidisciplinare, cioè sarà rivolta alla totalità dei cittadini pavullesi e di tutta la montagna. In tal modo raccorderà la naturale funzione sociale legata al mondo dello sport anche tramite l’organizzazione di corsi appositi per l’avvicinamento al nuoto in età prescolare, corsi funzionali alle donne partorienti, al recupero della funzionalità fisica in seguito a traumi, allo svolgimento di attività rivolte alle persone diversamente abili, oltre ad implementare la funzione più propriamente sportiva tramite la proposta di attività motorie di carattere multidisciplinare, legate al nuoto, alla ginnastica in acqua, a corsi di motricità, e funzioni socializzanti tramite attività di promozione e aggregazione collegate al mondo e ai valori dello sport. Il progetto prevede l’adeguamento alla normativa sismica ed energetica esistente e l’intervento sarà articolato su diverse attività e avrà come obiettivo la creazione di un centro sportivo multidisciplinare che sarà in grado di aggregare funzioni sportive, sociali, ricreative e didattiche alla città di Pavullo. La piscina sarà dotata di tre vasche e ciò allo scopo di massimizzare le scelte per tutte le diverse tipologie di utenti.

Oltre alla nuova piscina saranno risistemate anche tutte le componenti esterne dell’attuale polo natatorio (piscina scoperta e piscina su cui si immette l’acqua – scivolo, realizzate nei primi anni novanta). Tali componenti  saranno infatti oggetto di interventi  migliorativi, quali la sistemazione dei percorsi esterni, con la riqualificazione funzionale degli spazi e la ridefinizione delle attività aggregative che vi si potranno programmare. In aggiunta sono previsti servizi ormai divenuti essenziali in strutture di questo tipo quali una zona di ristoro/bar con accesso autonomo dall’esterno, utilizzabile anche durante la stagione estiva in contemporanea con l’utilizzo della piscina scoperta.

L’obiettivo che ci si è prefissi è quello di minimizzare l’impatto paesaggistico, ma contemporaneamente di massimizzare le qualità estetico formali della struttura. Tutto ciò sarà raggiunto, a nostro avviso, tramite l’attenzione particolare a due aspetti della composizione architettonica: la caratterizzazione cromatica dell’impianto e la qualità dei materiali utilizzati. Si sono ricavati grandi spazi tramite una campata unica e così sarà possibile ottenere un ambiente ampio e luminoso, anche grazie alle ampie finestrature in policarbonato che, garantendo luce diffusa senza trasparenza, permettono di creare uno spazio dal comfort elevato (vedasi immagini).

Inoltre la percezione dell’edificio, definita tramite un attento inserimento nel contesto esterno, unifica i due volumi strutturali della zona piscine e della zona spogliatoi, creando una linea obliqua che permette di dare all’edificio un forte carattere di modernità, che assume una nuova veste molto attuale nelle forme.

Si precisa che tutto ciò sarà realizzato con una volumetria  ed una superficie in pianta che non eccedono rispetto a quanto già edificato nell’area.


 Comunicato del 28/10/2018: La filosofia nelle nostre scuole

Nei giorni scorsi sono iniziate le attività, promosse e  volute da questa amministrazione, fra il Consorzio del Festival della Filosofia e le scuole superiori di Pavullo (Marconi-Cavazzi-Sorbelli). Si è tenuta una riunione fra il Prof. Daniele Francesconi, Direttore del Festival della Filosofia, una sua collaboratrice e alcuni professori dei tre istituti per mettere le basi  delle prossime attività. Il lavoro si svolgerà partendo da un tema che sarà oggetto del prossimo Festival alla fine dell’estate 2019 (la Persona). Si selezioneranno letture di alcuni autori classici (latini, italiani o stranieri – una bibliografia possibile è già stata consegnata dal Consorzio agli istituti) e dopo che gli insegnanti avranno scelto sia letture che gli studenti, per il lavoro si procederà congiuntamente a preparare una serie di letture interpretate, animate e ambientate. Queste letture saranno filmate a cura del regista del Festival, analizzate, selezionate, montate in videoclips e rese pubbliche sul sito del Festival. Ovviamente il tutto avverrà in modo coordinato con gli insegnanti dei tre istituti. Al termine di queste attività, idealmente un sabato mattina di Marzo/Aprile 2019, vi sarà una presentazione del lavoro svolto al Cinema Mac Mazzieri, sia nei suoi aspetti organizzativi che per quanto attiene alle videoclips prodotte. Il tutto ovviamente alla presenza dei responsabili del Consorzio del Festival, dei docenti e degli studenti dei tre istituti coinvolti. In bocca al lupo a insegnanti e studenti per questa prova veramente impegnativa per loro.


 Comunicato del 28/10/2018: inaugurata La Fabbrica delle arti

Sabato 25 ottobre 2018 è stata inaugurata nei sotterranei del Palazzo Ducale la Fabbrica delle arti. Si tratta di una iniziativa nata all’interno del settore cultura dell’Amministrazione di Pavullo, per merito principale della dott.ssa Simona Negrini che ha creato, senza far spendere un euro al Comune, una struttura dedicata prevalentemente ai bambini (ma non solo) in cui, con materiale di recupero offerto da dieci ditte del territorio (golden share spetta a Print Color), possono essere creati vari prodotti con la tecnica artistica dell’origami, del mandala o altre forme artistiche. L’inaugurazione è avvenuta dopo alcuni mesi di prova in cui la struttura è stata messa punto e resa funzionale. Alle pareti del locale sono state affissi quattro aforismi di quattro artisti/pedagogisti fra cui Bruno Munari e Maria Montessori che, meglio di mille discorsi, aprono la mente su panorami senza limiti, orizzonti sconfinati, dove la fantasia dei bambini può liberamente spaziare ed esprimersi.  Nel progetto sono state coinvolte alcune volontarie/esperte nelle tecniche artistiche e facilitatrici del lavoro. Esse  porteranno avanti con regolarità le lezioni, ma anche le scuole hanno aderito con entusiasmo, sia con insegnanti che con bambini. Le finalità del progetto sono soprattutto legate allo sviluppo della manualità, della creatività, della fantasia dei bambini in un orizzonte sconfinato in cui non vi sono sostanzialmente limiti; ma assieme a questo intendiamo anche educare le giovanissime generazioni alla differenziazione dei rifiuti e al  recupero di tutto ciò che è recuperabile, limitandone così la produzione.  Cosa questa ultima, molto importante. L’inaugurazione è stato un vero successo, dimostrato dall’interesse, dalla partecipazione e dall’entusiasmo che tutti i partecipanti, alcuni dei quali provenienti anche dalla pianura, hanno mostrato.


Comunicato del 19/10/2018 relativo all'incontro pubblico di prsentazione del progetto piscina coperta

Di fronte ad una aula consiliare gremita è stato presentato il progetto della ristrutturazione della nuova piscina da parte dell’Amministrazione Comunale di Pavullo, dei progettisti (e in particolare da parte dell’ing. Luca Bernardoni), dei tecnici energetici e dei gestori (CSI Modena e soc. Appenninosport). In apertura il Sindaco ha illustrato il travagliato iter delle pratiche amministrative, urbanistiche, ambientali e contrattualistiche che hanno seguito la sospensione dei lavori da parte della sovraintendenza a Giugno 2016. La conclusione obbligata è stata quella di procedere non tanto ad una nuova costruzione sui campi da tennis esterni e già esistenti, ma ad una ristrutturazione del vecchio edificio. Le operazioni, complicate e lunghe, hanno portato ad un progetto che non è certamente un ripiego, ma che risponde pienamente a tutte le esigenze di una struttura moderna, efficiente e allo stato dell’arte. Tre vasche, utilizzo previsto per attività sportive e non, intendimento di utilizzarla anche per attività agonistiche, pieno utilizzo da parte di grandi, piccini e anche da parte di persone con disabilità, grande utilizzo di tecnologie per risparmio energetico (superato con il 75% il limite di legge che impone il 35% di produzione energetica “pulita”). I nuovi gestori hanno illustrato ampiamente la rete entro la quale il nuovo polo natatorio sarà inserito. L’intendimento è di offrire un servizio a tutta la montagna, per superare un impasse che dura ormai da oltre sette anni, con collegamenti con tutte le altre strutture gestite dal CSI a Modena e dintorni, per ottenere sinergie e integrazioni, con associata la intenzione manifestata di aprire una sede del CSI proprio nella piscina per poter svolgere questa funzione di raccordo, di impulso e di coordinamento direttamente da Pavullo.

Un punto che non è stato toccato neppure dalle domande del pubblico è la questione costi. Vale la pena offrire la situazione per chiarezza e massima trasparenza. La precedente amministrazione aveva previsto un costo di poco superiore ai 3.530.000 euro e ha lasciato alla Giunta Biolchini un contributo a fondo perduto della Fondazione Cassa di Risparmio di 1.300.000 euro. Dopo il lunghissimo lavorio durato quasi due anni, con numerosi cambiamenti resisi necessari dal cambiamento di prospettiva, il costo è salito di pochissimo, di circa del 4% attestandosi a circa 3.681.000 euro. Ma nel frattempo ci siamo mossi per cercare nuovi finanziamenti e siamo riusciti ad ottenere un secondo, utilissimo, contributo della Regione Emilia Romagna per 500.000 euro, inserito a Bilancio lo scorso settembre. Con ciò il costo complessivo dell’opera sarà pagato al 50% con contributi a fondo perduto. Non solo, ma con questo secondo contributo il Comune ridurrà di circa 350.000 l’onere finanziario complessivo a carico del cittadino. Il residuo sarà quindi coperto con un mutuo per  un milione di euro sottoscritto con il Credito Sportivo a tasso zero; si precisa che il tasso zero non è stato concesso per caso, ma solo perché il nostro progetto rispondeva agli strettissimi criteri imposti per poter godere di questa eccellente agevolazione. Infine il saldo sarà assicurato con pagamenti in tranches annuali  per quattro anni con risorse proprie, cioè senza ricorrere nuovi prestiti. In sostanza il Comune, rispetto ai costi originari,  risparmierà 350.000 euro e non pagherà un solo euro di interessi passivi. Due ottime notizie per le casse della nostra amministrazione.


 
Comunicato del 3/10/2018

COMUNICATO LAVORI SU PAVULLO

E’ apparso sul Carlino del 2 ottobre un sorprendente articolo, dopo la riunione di Consiglio del 28 Settembre, in cui il capo del Gruppo consiliare La Torre si esibisce in tutta una serie di accuse (ormai ripetute fino alla noia) su ritardi, mancanza di decisioni e di programmazione di cui saremmo responsabili.

Andiamo per ordine: la cosa certamente piu’ importante sono i lavori indilazionabili, a partire dal prossimo anno, per il miglioramento sismico delle scuole di S. Antonio e di Verica, lavori che sono scaturiti da verifiche mai fatte nel passato, che noi abbiamo invece commissionato in totale autonomia fin dall’inizio del nostro mandato; lavori determinati solamente dal nostro senso di responsabilità verso i bambini delle nostre scuole. Alla scuola di Verica sarà affiancata anche una nuova palestra.

Sulle strade sono previsti, anno dopo anno, ulteriori lavori per manutenzione straordinaria, compresa la modifica della viabilità per Montebonello con associata progettazione della rotonda per Serramazzoni. Sul Carrai i lavori a cura ANAS sono previsti verso la fine del mese. Sui cimiteri abbiamo investito e continueremo ad investire somme significative fino alla fine del nostro mandato.

Aggiungiamo l’ormai annosa questione piscina, i cui lavori sono iniziati da circa un mese; non costerà 400.000 euro in piu’ rispetto a quanto definito dalla precedente amministrazione in sede di aggiudicazione nel 2015, ma meno della metà: 149.000 euro. L’apparente ritardo dei lavori è dipeso dal cambio totale di indirizzo e di progetto che abbiamo dovuto affrontare, a seguito del ben noto blocco dei lavori, che ha comportato difficoltà di ogni tipo sia di tipo tecnico, urbanistico, ambientale e volumetrico, volendo ovviamente mantenere standard qualitativi di altissimo livello. Ma nell’articolo si dimenticano tutti i lavori di manutenzione e miglioramento alle strutture sportive in generale, abbandonate per anni e anni. Parliamo della palazzina dei bocciofili e di quella del tennis entrambe con il tetto risanato; al rifacimento completato del manto del tennis coperto, alla previsione della nuova pista per l’atletica per il 2019, all’accordo decennale, in vigore da Settembre, importantissimo e di valenza strategica, con l’associazione Pavullo FC, per la gestione, manutenzione ordinaria, programmata e straordinaria di tutte le strutture calcistiche, della palazzina ex Virtus, e la copertura di un campo sportivo in erba sintetica di prossimo completamento.

Infine un piano biennale, a partire dal 2019, per la riqualificazione del centro urbano e la riqualificazione delle opere di arredo urbano, con interventi per la riqualificazione energetica di edifici pubblici.

Da ultimo, ma certamente non meno importante, sarà la ristrutturazione del Parco Ducale, per la cui realizzazione siamo in continuo contatto con l’Università di Firenze che, dopo averci presentato il masterplan dei lavori da effettuare, ci fornirà a breve il vero e proprio progetto esecutivo con il quale potremo cominciare a chiedere i finanziamenti per l’opera che si prevede possano durare almeno tre anni a partire dal 2019.

Abbiamo replicato alle critiche senza polemica perchè sappiamo che il Capo Gruppo della Torre deve fare il suo mestiere di opposizione, ma in questo caso temiamo abbia visto con gli occhi un po’ strabici. Le realizzazioni sono quelle citate, tutte visibili, le previsioni sono quelle documentate dai Bilanci, dalle variazioni e dai documenti ufficiali.


Comunicato del 14/8/2018

Ancora sulla raccolta differenziata

In questi giorni di mezzo agosto ARPA (Agenzia per l’ambiente della Regione Emilia Romagna) ci ha comunicato i dati sulla raccolta differenziata per l’anno 2017. Come temevamo i dati non sono per niente incoraggianti in quanto mostrano una notevole staticità e poco progresso verso percentuali piu’ incoraggianti. Il paragone con i dati su parecchi comuni della pianura sono davvero sconfortanti e mostrano un differenziale anche di oltre trenta punti percentuali che a questo punto non può piu’ essere giustificato solo dalla difficoltà posta dal nostro enorme territorio e dalle sua configurazione geografica e fisica. Nel 2017 abbiamo fatto una azione capillare di informazione con comunicati, incontri dedicati, sollecitazioni, appelli, incontri frazionali, abbiamo razionalizzato la dislocazione dei cassonetti, così come la raccolta per alcuni settori produttivi e del commercio, sottolineando l’importanza sia per l’ambiente che per il portafoglio di comportamenti piu’ virtuosi.  Purtroppo abbiamo amaramente constatato, anche di persona, trascuratezza e mancanza di sensibilità verso questo tema che è davvero sorprendente. Abbandoni di rifiuti, utilizzo del cassonetto errato, raccolta indiscriminata con vari generi di rifiuti mischiati fra di loro sono ancora una prassi troppo diffusa che non consente al nostro comune di uscire da una situazione del tutto insoddisfacente. Qui si tratta di cambiare i comportamenti del comune cittadino che evidentemente o per comodità, o per abitudine o per noncuranza sono stabili. La logica conseguenza è di vedere un ulteriore incremento della TARI il prossimo anno.

Per il 2018 assieme ad HERA abbiamo messo in atto una campagna educativa specifica per tutte le scuole, abbiamo curato particolarmente la raccolta delle frazioni organiche attraverso una informazione con personale HERA con gazebo per tre volte in occasione del mercato del sabato in Piazza Borelli; nelle tre circostanze è stato chiarito come fare il compostaggio domestico (pochissimi adottano questa prassi), come procurarsi la compostiera e i vantaggi economici conseguenti in termini di riduzione della TARI; abbiamo convocato, in orario comodo per loro, ristoratori, baristi, pizzaioli e affini, gli organizzatori delle sagre e delle feste, registrando ancora, tranne poche eccezioni, disinteresse unito ad notevole assenteismo. A questo punto visiteremo i singoli esercizi, fornendo istruzioni e il materiale necessario, incoraggiando ulteriormente una migliore raccolta. Per scoraggiare gli abbandoni selvaggi stiamo valutando la possibilità di piazzare nei punti strategici alcune fototrappole, in modo da poter sanzionare coloro che violano le norme regolamentari assieme alle piu’ elementari regole della decenza.

L’ultima risorsa a nostra disposizione è l’isola ecologica per la quale stiamo valutando una scontistica piu’ attraente e orari di apertura/chiusura piu’ comodi per il cittadino. Dopo di che abbiamo esaurito la batteria di strumenti a nostra disposizione e possiamo contare solo sul senso di responsabilità del cittadino.


Comunicato del 11/8/2018

dell'assessore all'Urbanistica

L’Amministrazione Comunale  ha  pubblicato in questi giorni un  Avviso Pubblico per l’acquisizione di manifestazioni di interesse(con scadenza il 31 Ottobre 2018) da parte dei privati ai sensi della nuova legge regionale 24/2017. Il bando è finalizzato a selezionare gli ambiti tematici e territoriali all interno del PSC cui dare immediata attuazione prima della scadenza fissata dalla nuova legge al 31/12/2020 quando il Comune sarà tenuto ad approvare un unica variante urbanistica e conformare le previsioni dei piani ora vigenti ai contenuti di un nuovo Piano Urbanistico Generale(PUG). Con questo importante provvedimento,che speriamo possa dare un impulso alla nostra attività edilizia e al suo indotto, si apre una importante opportunità per i cittadini pavullesi proprietari di immobili nonché  per gli operatori  interessati a presentare progetti edilizi prima della drastica riduzione delle previsioni in espansione prevista dalla nuova legge urbanistica regionale, nell’ottica dell’obiettivo del consumo di suolo a saldo zero. Pur avendo una notevole complessità tecnica, questo provvedimento sottende però scelte politiche importanti: la prima è quella di aver attivato appunto questa fase transitoria invece di adottare da subito il PUG, come fatto altri comuni nel modenese, aprendo un‘ultima e fondamentale finestra per la presentazione di accordi operativi e programmi edilizi con un rilevante  interesse pubblico; la seconda è quella di aver offerto questa possibilità a tutti gli ambiti del nostro PSC, senza esclusioni. Infine l’Amministrazione Comunale intende sviluppare azioni strategiche precise come il rafforzamento qualitativo della città pubblica attraverso il concorso dei privati ad interventi di riqualificazione in particolare del Centro Storico coordinandone l’attuazione con il progetto di recupero in corso di predisposizione(interventi di arredo,miglioramento della pedo-ciclabilità); con il concorso ad interventi di riqualificazione dell’asse stradale di Via Marchiani e con il potenziamento del sistema produttivo locale, in particolare del polo produttivo sovracomunale garantendo un miglioramento del livello di infrastrutture viarie, dei servizi teconologici e delle risorse energetiche. Informazioni a questa pagina

 


Comunicato del 11/8/2018

Sviluppo infrastrutture per una banda ultra larga in direzione S. Antonio.

Già da tempo la Giunta ha firmato una importante convenzione con Lepida (Società in house della Regione Emilia Romagna, partecipata dal Comune di Pavullo) e Infratel (società del Ministero dello Sviluppo Economico) con la quale si realizzerà una dorsale di collegamento informatico da Piazza Montecuccoli fino a tutto l’abitato di Sant’Antonio, tramite la stesura di una fibra ottica che consentirà, senza spese per il Comune di Pavullo, di avere una infrastruttura all’avanguardia in banda ultra larga (fino a 100 Megabit alsecondo). Tale infrastruttura potenzierà considerevolmente la capacità di comunicazione degli stabilimenti produttivi dell’area industriale a nord del paese, specie in questo momento, caratterizzato da importantissimi investimenti privati e un forte sviluppo industriale; alla stessa linea sarà possibile accedere anche a tutti gli operatori di telecomunicazioni interessati ad erogare il servizio finale non solo alle imprese, ma anche ai singoli cittadini, così come alle scuole. Infratel avrà il compito precipuo di individuare un concessionario che sarà poi l’ente tecnico per la materiale realizzazione della infrastruttura. L’iniziativa viene adottata per favorire, promuovere e qualificare l’innovazione del sistema produttivo e la crescita occupazionale, e quindi per far crescere l’attrazione e la competitività di tutto il sistema economico del nostro territorio.  La proprietà della infrastruttura resterà parte all’Amministrazione dello Stato e parte alla Regione Emilia Romagna in funzione dei fondi utilizzati per la stessa realizzazione. La manutenzione sia ordinaria che straordinaria resterà in capo agli stessi enti concessionari. L’iniziativa in questione rientra nell’ambito di un piano molto piu’ vasto della Regione Emilia Romagna con la quale ci si pone l’obiettivo di coprire tutto il territorio regionale con servizi a banda ultra larga , collegare le scuole in fibra ottica (almeno per il 50%) e rendere possibili punti di accesso liberi e gratuiti a banda ultra larga con una densità di 1 ogni 1000 abitanti. Precisiamo che al momento la fibra è già presente in tutte le scuole medie e superiori, a partire dalle scuole medie Montecuccoli.

L’iniziativa sta procedendo al punto che la Giunta ha approvato un progetto di allargamento della dorsale verso ovest, seguito da un accordo specifico, fino ricomprendere anche la soc. C.M.F.. Nel contempo l’Amministrazione ha approvato anche il progetto generale per cui al momento i lavori di realizzazione dell’opera possono iniziare. Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico al momento nel Comune di Pavullo esiste una copertura del 62,5% totalmente realizzata da privati alla velocità di 30 Mbps e questo intervento pubblico serve proprio a coprire aree dove non c’è un interesse ad investire in termini di connettività da parte dei privati. La previsione è quella di avere una copertura totale (dal 62,5%9 a fine 2018) e portare la connettività di 30 Mbps al 78,8% della popolazione entro il 2019 (dall’attuale 62,5%) e portare la velocità di 100 Mbps al 19% degli utenti a breve.  Al termine dell’intera operazione il livello della popolazione coinvolta sarà sostanzialmente del 100%.


Comunicato del 1/8/2018

L’ESTATE DEI BAMBINI

Nel mese di luglio 2018 i tre Centri estivi comunali di Pavullo hanno accolto 109  bambini. Al termine delle quattro settimane di attività, come tutti gli anni, abbiamo raccolto, con appositi questionari di valutazione, l’opinione e le proposte dei bambini e delle loro famiglie. Tutti hanno apprezzato molto i giochi e le uscite proposte: i più grandi (36 bambini dai 6 agli 11 anni) hanno apprezzato particolarmente le giornate trascorse in piscina a Pavullo e all’Adventure park Cimone di Sestola, mentre i bambini del “Mary Poppins” (36 dai 3 ai 6 anni) hanno gradito soprattutto l’attività a cavallo presso il maneggio di Gaianello e l’attività in piscina a Serramazzoni nonostante, alcune volte, sia stata rimandata per pioggia. I piccoli del “Pollicino” (37 bambini da 1 a 3 anni) si sono goduti i giochi con l’acqua presso il giardino del nido.

Le valutazioni dei genitori hanno promosso soprattutto il personale dei tre centri estivi, dipendente dalla cooperativa Domus Assistenza, per il quale sono state espresse parole di lode (“educatrici ottime, bravissime, super”) e le attività proposte, ma sono stati apprezzati anche gli aspetti organizzativi, quali le modalità di raccolta delle iscrizioni, l’orario di funzionamento e le sedi utilizzate. Il periodo di apertura (quattro settimane nel mese di luglio) è stato valutato molto positivamente solo dal 60%, in quanto molti genitori avrebbero preferito che i Centri Estivi proseguissero anche nel mese di agosto.

Tra i suggerimenti espressi dai genitori per migliorare il servizio molti riguardano quindi l’estensione del periodo di attività, altri genitori invece propongono di aumentare il numero delle uscite, introducendole anche per i più piccolini, e il recupero delle uscite in piscina perse per il maltempo.

I ragazzi del Peter Pan che hanno direttamente espresso la loro opinione in un questionario a loro riservato hanno apprezzato i giochi e le uscite (“fantastico, stupendo, super”) mentre hanno gradito un po’ meno i pasti, soprattutto quelli in sede. Le attività che propongono di introdurre per il prossimo anno sono “pesca, scacchi, nascondino e calcio”.

Ecco i grafici riepilogativi relativi ai giudizi per tutti i tre i centri estivi:


Comunicato del 28/7/2018

Dati documento unico di programmazione

Nel Consiglio di Venerdì 28 Luglio sono stati presentati i dati provvisori del Documento Unico di programmazione fino al 2021. La discussione avverrà successivamente in occasione del Bilancio 2019 con i dati completi ed aggiornati.

Nel documento che segue si presentano solo i provvedimenti di maggior rilievo, ma c’è tantissimo altro materiale, sintomo di un’attività molto serrata e senza soste. Dei provvedimenti elencati alcuni sono già terminati, altri sono in corso d’opera, altri ancora allo stato di progetto.

Variante POC Madonna di Baldaccini completata. Realizzazione opere con viabilità per Montebonello e allacciamento su bivio per Serramazzoni entro due anni. Opere da eseguire da parte dei privati. Progetto ciclopedonale da ex mobilificio Montanini a bivio per Montebonello a breve prima parte; completamento entro 2020 sempre da parte dei privati.

Edificio Rimesse. Approvato progetto definitivo 2° lotto, inizio lavori previsto a metà Settembre.

Pratolino-Malandrone: Completati tre progetti per lavori ulteriori e reperiti i finanziamenti per il proseguimento del lotto 3B.

SS 12 Carrai: iniziato il diradamento delle piante, lo sfalcio erba e il posizionamento dei picchetti. Lavori a seguire a cura ANAS.

Tennis/Piscina: iniziati lavori sugli spogliatoi tennis da chiudere entro 13/8/2018; a seguire inizio lavori su piscina coperta e rifacimento integrale pavimentazione tennis coperto.

Pista atletica: confermato impegno al rifacimento pista compreso finanziamento che sarà stanziato con variazione di Bilancio a Settembre 2018. A seguire normale iter burocratico/amministrativo e inizio lavori a fine primavera 2019.

Progetto riqualificazione centro storico: in corso di elaborazione il progetto da condividere con i vari enti/gruppi interessati.

Scuole S. Antonio e Verica: in corso di elaborazione progetti per miglioramenti antisismici da realizzare nel corso del 2019. Fondi già inseriti nei vari piani triennali.

Scuole (Nido, infanzia, primaria): abbiamo confermato i consistenti tagli a tutte le tariffe scolastiche già deliberate con l’approvazione del Bilancio 2018.

Progetto riqualificazione Parco Ducale: concluso Masterplan Università Firenze; presentato a Consulta Ambiente e a rappresentante del Comitato sul parco. A breve progetto riqualificazione Parco, sempre a cura Università Firenze, da presentare al pubblico e agli enti interessati per materia. Già previsti tre sostanziosi stanziamenti fondi per lavori in anni 2019/2020/2021.

Strutture calcio e Palazzina ex Virtus: a seguito del completamento della gara è in corso di assegnazione l’assetto complessivo delle strutture calcio e Palazzina ex Virtus ad un unico gestore.

Castello: A settembre prevista uscita bando per aggiudicazione gestione complessiva del Castello con sale espositive, collezioni d’arte, museo e foresteria.

Telecamere: sostituzione di vecchie telecamere obsolete e  installazione nuove telecamere esterne su strade in punti nodali ad ulteriore integrazione di quelle esistenti

Rifiuti: Progetto per trattamento rifiuti organici e compostaggio in corso di realizzazione per sagre, feste, e tutti i ristoranti, pizzerie, tavole calde, mense, bar con servizio catering, ecc.; esame per inserimento fototrappole per scoraggiare abbandoni selvaggi.

Consorzio del Festival della Filosofia: su iniziativa e coordinamento dell’Amministrazione è stata accettata dagli Istituti Superiori di Pavullo la proposta del Consorzio del Festival di condurre una serie di attività con gli studenti con letture animate su testi classici italiani e stranieri che termineranno con la realizzazione di diverse videoclip da porre sui siti del Consorzio e da presentare in una iniziativa pubblica a Pavullo. (Periodo da Ottobre 2018 alla primavera 2019)


Comunicato del 12/7/2018

ATTIVITA' CULTURALI FRA CONSORZIO DEL FESTIVAL DELLA FILOFIA E ISTITUTI MARCONI E CAVAZZI-SORBELLI

Ieri 11 Luglio sono state consegnate alla Direzione del Festival della Filosofia le copie della convenzione firmate dai dirigenti scolastici due Istituti superiori di Pavullo nel Frignano, come atto formale dell’accettazione delle proposte di lavoro  a suo tempo illustrate ai professori degli Istituti stessi dal  Direttore del festival Professor Daniele Francesconi.

Si tratta di una serie di lavori condotto da tutors del Festival in coordinamento con insegnanti dei due istituti tramite i quali si stimoleranno gli studenti a lavorare su testi classici in italiano, latino e anche in lingue straniere, sia attraverso un lavoro di traduzione, che di lettura animata in contesti che saranno opportunamente individuati e che saranno in linea con il tema scelto per la prossima edizione del Festival.

Le letture saranno organizzate ad hoc, saranno dirette da un regista scelto dal festival e saranno registrare in videoclips per poi essere “postate” su canali e siti Internet del Festival e, in una occasione specifica, anche a Pavullo in una presentazione in sede pubblica.

I lavori inizieranno approssimativamente attorno al mese di Ottobre 2018 e termineranno in primavera 2019.

Il Comune di Pavullo è stato il promotore dell’iniziativa e ha avuto la soddisfazione di ottenere la collaborazione del Festival della Filosofia, istituto prestigioso che ha ormai una risonanza a livello mondiale, nonché dei due Istituiti che tramite i loro Dirigenti scolastici hanno accettato volentieri di partecipare a questo progetto. Si rammenta che queste iniziative sono già state sperimentate dal Festival in altre località del modenese, ottenendo sempre un livello di convinta partecipazione sia da parte degli Istituti interessati che, soprattutto, da parte degli studenti protagonisti dei vari filmati.


Comunicato del 10/7/2018

CONFERMATA LA RICOSTRUZIONE DELLA PISTA DI ATLETICA

 Nei giorni passati abbiamo incontrato dirigenti dell’Atletica Frignano per definire insieme il futuro della pista di atletica. Il Sindaco si era già espresso favorevolmente alla ristrutturazione/ricostruzione lo scorso anno quando in Piazza Montecuccoli fu presentata alla collettività dei pavullesi Francesca Bertoni, in partenza per le universiadi in estremo oriente. Conseguentemente abbiamo inserito in Bilancio 2018 uno stanziamento di 200.000 euro proprio per questo scopo. Successivamente abbiamo incaricato un tecnico esterno, particolarmente specializzato in strutture sportive, per avere una serie di proposte specifiche. Dopo accurata valutazione  abbiano convocato i dirigenti dell’Associazione ai quali abbiamo presentato la nostra proposta, totalmente condivisa da loro: rifacimento totale della pista, mantenimento delle piazzole di salto in alto e salto in lungo oltre ad altri aggiustamenti alle strutture adiacenti. Le nostre attività proseguiranno con una variazione di bilancio a Settembre in cui saranno ridefiniti gli stanziamenti per svariate ed importanti opere pubbliche, fra le quali la pista di atletica (240.000 euro), poi sarà presentato il progetto esecutivo e a seguire tutta la consueta e interminabile sequela di adempimenti burocratici che porteranno, dopo svariati mesi, alla definizione dell’aggiudicatario della gara per la materiale costruzione della pista. Tenuto conto che per la costruzione sono necessari almeno 60 giorni privi di pioggia e, ovviamente, di neve, l’inizio delle attività non potrà avvenire che dopo la primavera del prossimo anno.

La ricostruzione della pista si è resa necessaria perché allo stato attuale vi sono buchi, toppe, strappi  e aggiustamenti fatti in modo approssimativo e parziale; non dobbiamo dimenticare che i nostri atleti, soprattutto mezzofondisti e fondisti, hanno conseguito risultati veramente rimarchevoli non solo in campo nazionale, ma anche a livello internazionale, alcuni di loro sono stabilmente nella squadra nazionale, ed è pertanto necessario che le nostre strutture siano a livello dello stato dell’arte. Ciò consentirà anche all’Atletica Frignano di organizzare stages, incontri, competizioni ed altre  attività continuative soprattutto d’estate con varie società, anche straniere, allo scopo di valorizzare ulteriormente il nostro territorio e di fare conoscere Pavullo anche fuori del ristretto ambito della nostra regione. 


Comunicato del 15/6/2018

PROGETTO PER INCREMENTARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA E PROMUOVERE LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI ORGANICI.

Sappiamo ormai da tempo che la raccolta differenziata a Pavullo sta languendo nonostante le continue sollecitazioni, le raccomandazioni, i suggerimenti, anche gli appelli lanciati ad ogni piè sospinto da questa amministrazione. Sono state coinvolte piu’ volte le frazioni, le associazioni, i cittadini in genere durante le tradizionali riunioni pre bilancio; tutti gli studenti di tutte le scuole di ogni ordine e grado sono stati inseriti nel progetto RICICLANDINO, un progetto per la raccolta di rifiuti da parte degli studenti all’isola ecologica, da noi caldeggiato e sostenuto; nonostante questi sforzi la differenziata non decolla ancora. Eppure abbiamo già ricordato infinite volte che raccogliere e smaltire rifiuti indifferenziati costa al comune e al cittadino 119 euro a tonnellata, mentre la stessa operazione per la differenziata costa solo 40 Euro a tonnellata. Cioè circa un terzo. Ma tant’è. Convincere la popolazione a cambiare le proprie abitudini non è affar da poco, ma il risultato prima o poi deve venire, pena incrementi ulteriori della TARI e rischi di sanzioni al 2020 per la nostra collettività da parte della Regione.

A questo punto abbiamo ancora due importanti frecce a disposizione. La raccolta dell’organico/compostaggio assieme ad una migliore utilizzazione della isola ecologica.

Per la seconda ci riserviamo di emanare, a breve, una specifica delibera di giunta contenente una sostanziosa variante, soprattutto per quanto attiene alla scontistica; per la prima abbiamo appena approvato una delibera che parte dall’assunto che la componente organica della indifferenziata rappresenta fino al 50% del totale. E’ chiaro che una forte riduzione di questa frazione (che passerebbe alla differenziata) consentirebbe un sostanzioso salto di qualità..

Considerato che HERA si è resa disponibile a seguirci nell’iniziativa volta al conferimento dei rifiuti organici nella differenziata, abbiamo deciso di procedere attraverso una campagna di sensibilizzazione volta alla:

  • realizzazione a breve di info-point nelle giornate di mercato settimanale con distribuzione di materiale informativo, dispositivi per la raccolta dell’organico e sacchetti biodegradabili;
  • realizzazione di laboratori formativi sul compostaggio domestico;
  • distribuzione di un certo numero di compostiere a titolo gratuito a coloro che ne fecero richiesta a suo tempo; la compostiera, comunque, si può acquistare a prezzi modici e il costo si ammortizza quasi immediatamente.  Il compostaggio domestico, come noto, comporta per tutti coloro che utilizzeranno questo sistema e si registreranno all’ufficio Tributi, una riduzione del 30% della componente variabile della TARI e così scongiurare o contenere ogni futuro incremento di tariffa.

L’iniziativa piu’ sostanziosa dovrebbe comunque riguardare il recupero di avanzi alimentari e la raccolta dell’organico presso i numerosissimi ristoranti, pizzerie, tavole calde, mense, bar con servizio catering presso i quali, dopo adeguata informazione sul trattamento per questi rifiuti, saranno distribuiti appositi contenitori per la raccolta che saranno regolarmente prelevati da HERA.

Perché l’iniziativa abbia successo è assolutamente necessaria la collaborazione di tutti i gestori che saranno contattati già a partire dalla prossima settimana. Questa è un iniziativa che può dare frutti molto sostanziosi se ben eseguita e realizzata; se non ci sarà interesse sarà solo una perdita di tempo per tutti e non ci sarà speranza di ridurre la TARI.


 Comunicato del 4//6/2018

NIDO D’INFANZIA: ULTERIORE RIDUZIONE DELLE TARIFFE SCOLASTICHE

Lo scorso anno la nostra amministrazione si è resa protagonista di una forte riduzione delle tariffe scolastiche; ciò allo scopo di rendere meno costoso per tutte le famiglie, e in particolare per quelle più in difficoltà, il lungo percorso di formazione dei nostri bambini attraverso il nido, la scuola d’infanzia e la scuola primaria. Lo scorso anno siamo intervenuti su tutte le tariffe, con sensibili riduzioni: dal pre/post scuola, ai centri estivi, alla separazione (per il nido) fra tariffa di frequenza e costo pasti consumati (prima erano conglobate in un’unica tariffa, a prescindere dal consumo dei pasti), al dimezzamento della tariffa fissa per la scuola d’infanzia, all’attribuzione di un contributo per il nido di 30 euro mensili per i nati nel 2015 (incomprensibilmente “dimenticati” dal Governo nell’attribuzione di questo “bonus nido”). E’ opportuno aggiungere che per alcune tariffe la riduzione è stata fino al 50%.

In previsione dell’inizio dell’anno scolastico 2018/2019, approfittando anche di un contributo ministeriale legato al Fondo nazionale per il sistema di educazione e formazione, abbiamo deciso di proseguire su questa strada di riduzioni per il mondo della scuola. Così la Giunta del 31 Maggio 2018 ha deliberato le seguenti nuove tariffe:

NIDO D’INFANZIA

FREQUENZA A TEMPO PIENO: Tariffe da 333 a 75 euro mensili graduate sull’ISEE di riferimento. Ciò comporta riduzioni mensili fortissime, rispetto al 2016/2017, a partire da 187 euro fino a 83 euro. Pasto da 3,7 a 5,50 euro;

FREQUENZA PART TIME: Tariffe da 281 a 63 euro in funzione dell’ISEE: Ciò comporta riduzioni mensili fortissime, rispetto al 2016/2017, da 139 euro fino a 69 euro. Pasto da 3,7 a 5,5 euro.

Ulteriori riduzioni sono state deliberate per frequenze su cinque e tre giorni settimanali. Per le prime sono state approvate tariffe da 245 a 63 euro con sensibili riduzioni mensili da  41 fino a 26 euro. Con frequenze di tre giorni le nuove tariffe vanno da 172 a 44 euro con riduzioni minori. Infine abbiamo mantenuto alcuni servizi per frequenze ancora piu’ basse e per fasce d’età minima (fino ad 1 anno).

Tutto ciò è stato fatto per mantenere le tariffe al minimo possibile e per incoraggiare le famiglie ad utilizzare i servizi del Nido, notoriamente i più onerosi. Confidiamo di avere costruito un sistema efficace, piu’ accessibile per tutti i cittadini, anche perché molto meno costoso. Il prossimo anno contiamo di procedere su questa linea con ulteriori riduzioni programmate. Nelle prossime settimane, con una ulteriore delibera di Giunta, provvederemo a ridefinire le tariffe anche per gli altri ordini di scuole (sempre in riduzione): pre/post scuola, centri estivi, elimineremo definitivamente la odiata (dai genitori) quota fissa per la scuola d’infanzia e infine ridefiniremo le tariffe per i trasporti scolastici dopo l’esito del bando per la nuova assegnazione del servizio, che al momento è in via di emanazione. Così con una operazione completa e strutturata, di cui forniremo nuovamente i dettagli una volta completata, avremo riorganizzato completamente l’intero sistema di tariffazione per l’intero sistema scolastico.


Comunicato del 28/4/2018

I RISULTATI AD UN TERZO DEL CAMMINO

Il 31 Dicembre 2017 abbiamo completato un anno e mezzo di attività amministrativa. Siamo pertanto ad un terzo del nostro cammino. Avendo appena approvato il Bilancio consuntivo 2017 riteniamo necessario fare il punto sulle cose più importanti che abbiamo realizzato nei settori di nostra competenza.

Economia e finanza

  • Riduzione dell’indebitamento di 3,55 milioni di Euro;
  • Riduzione degli interessi passivi portati da 508.963 a 370.998 Euro annui con un risparmio di oltre 130.000 Euro annui;
  • Debito medio per abitante ridotto a 700 Euro;
  • Velocità di pagamento portata a 10,5 giorni;
  • Eliminazione totale del disavanzo di gestione ereditato.

Razionalizzazioni, economie di gestione

  • Uscita dal Consorzio Valli del Cimone e da altre partecipate;
  • Realizzazione di importanti economie di gestione quali rinuncia all’addetto stampa, virtuale eliminazione delle spese di rappresentanza, azzeramento spese consulenze e sponsorizzazioni; fortissima riduzione spese relazioni pubbliche, convegni e pubblicità;
  • Incremento vertiginoso dell’utilizzo della Posta Elettronica Certificata sia in entrata che in uscita (oltre il 60% dei documenti in entrata e uscita) con riduzione del 75% delle spese postali.

Scuola

  • Modifiche al sistema delle tariffe dei servizi scolastici erogati dal Comune, per garantire maggiore equità, con l’ introduzione di una ulteriore fascia ISEE che ha permesso ad un maggiore numero di famiglie di beneficiare di riduzioni. Prima potevano beneficiare di riduzioni solo le famiglie con ISEE sotto i 10.353,57 euro, ora tale soglia è stata portata a 18.000 euro di ISEE;
  • riduzione del 60% della tariffa del servizio di pre scuola: n. 123 famiglie hanno fruito della nuova tariffa che è passata da 157,57 annuali ad Euro 90,00 (-43%);
  • Riduzione del 50% della tariffa mensile fissa per il servizio di ristorazione scolastica degli alunni della scuola d’infanzia;
  • Introduzione dell’ISEE lineare alle tariffe dei servizi alla prima infanzia con la disgiunzione del costo del pasto dalla retta di frequenza, per permettere alle famiglie di pagare i soli pasti realmente fruiti dal bambino nel corso del mese.

Riduzione della retta mensile di 30 euro ai 31 bambini frequentati il Nido esclusi dal Bonus Nido 2017 del Governo perché nati nel 2015;

  • Collaborazione con la Scuola Secondaria di 1° grado R. Montecuccoli per la realizzazione dell’aula multimediale 3.0 – erogazione di un contributo di 4.000,00 euro;
  • Assistenza educativa a tutti gli alunni con disabilità erogando, nell’anno scolastico 2017/18 n. 571 ore di servizio settimanale presso le scuole per n. 43 alunni, contro le 521 ore per 41 alunni del 2016/17 e le 490 ore settimanali del 2015/16 per 40 alunni.

Sport

  • Illuminazione a Led del campo da calcio Galloni;
  • Ripristino della tettoia della struttura del tennis coperto e del bocciodromo;

Viabilità

  • Interventi manutentivi su tutte le strade comunali;
  • Proseguimento dei lavori sulla Pratolino-Malandrone.

Ambiente

  • Accordo con l’Università di Firenze – Facoltà di Agraria - per la redazione di un progetto complessivo per la ristrutturazione del Parco Ducale, progetto atteso entro maggio 2018;
  • Maggiore pulizia del paese tramite 3 pulizie aggiuntive annue con idropulitrice al centro, , nuovi lavaggi cassonetti e bidoncini organico, trasporto, ritiro, vuotatura bidoncini, raccolta organico al mercato, raccolta di animali morti su luoghi pubblici oltre a molte altre nuove operazioni.

Commercio

  • Lotta all’abusivismo commerciale attraverso l’adozione di un regolamento specifico che ha vietato la vendita ambulante non regolamentata su gran parte del nostro territorio;
  • Adozione del regolamento che disciplina i mercati e le fiere regolamentate;

Adozione del regolamento sulle manifestazioni di pubblico spettacolo e nomina per la prima volta della Commissione comunale di vigilanza;

  • Adozione della mappatura dei luoghi sensibili per il contrasto alla ludopatia;
  • Sostegno alle p.m.i. e all’artigianato con contributi per l’abbattimento degli interessi su finanziamenti e mutui;
  • Riassegnazione delle concessioni per occupazione suolo pubblico ambulanti a seguito della direttiva Bolkenstein;
  • Organizzazione e gestione della Fiera Economia Montana;
  • Organizzazione corsi antincendio promossi con contributo dall’amministrazione per favorire gli organizzatori delle manifestazioni pubblico spettacolo a seguito della circolare Gabrielli.

Edilizia Urbanistica

  • Pianificazione urbanistica che ha permesso uno sviluppo senza precedenti del polo produttivo sovracomunale di Madonna dei Baldaccini e l’ampliamento in brevissimo tempo delle attività di alcune aziende presenti storicamente presenti sul nostro territorio; previsto incremento sostanziale di posti di lavoro nel prossimo futuro;
  • Introito di oneri di urbanizzazione senza precedenti;
  • Semplificazione delle procedure ed estensione della gestione telematica delle pratiche edilizie;
  • Conclusione della microzonazione sismica;
  • Definizione delle nuovi valori venali delle aree edificabili.

Comunicato del 20/4/2018

Il compostaggio questo sconosciuto

Sappiamo tutti per esperienza diretta quanto fastidiosa sia la tassa sui rifiuti (TARI), come qualsiasi altra tassa o imposta sia essa applicata dallo Stato, dalla Regione o dal Comune. In questo caso specifico va comunque ricordato che la tassa non viene fissata arbitrariamente da qualche ottusa autorità desiderosa di infastidire i cittadini, ma è in grandissima misura proporzionata alla quantità di rifiuti raccolti (purtroppo anche di quelli abbandonati fuori dai cassonetti) e alla qualità della raccolta, cioè alla frazione di differenziata che purtroppo nel nostro Comune è ancora troppo bassa.

Nel recente passato sono stati fatti dei passi in avanti che hanno portato la differenziata a superare il 50% del totale dei rifiuti, ma questo dato è ancora insufficiente rispetto ai livelli richiesti dalla Regione (65% di differenziata entro il 2020). Sembra, al contrario, che dopo aver superato questo limite del 50% ci sia stata una forma di rilassatezza che sta ritardando ulteriori progressi verso il raggiungimento dell’obiettivo finale. Purtroppo in questo caso ci sono di mezzo comportamenti individuali che possono essere duri e difficili da cambiare; l’obiettivo è nelle mani dei singoli cittadini e il Comune può fare poco, se non esortare, istruire, caldeggiare, fare appelli, razionalizzare la distribuzione dei cassonetti e poco altro.

Un aspetto che è largamente sconosciuto e trascurato riguarda il compostaggio dei rifiuti organici.Si tratta della pratica che consente di trasformare in concime per il terreno tutti i rifiuti organici prodotti dal singolo cittadino. La procedura è semplicissima perché consiste nell’acquisire una compostiera o anche nello scavo di una semplice fossa nel giardino di casa dove scaricare giornalmente la raccolta di rifiuti organici prodotti.

E’ una pratica semplicissima, ma comporta un cambiamento nelle abitudini dei cittadini. Purtroppo meno di 500 cittadini su circa 9.500 contribuenti della TARI effettuano questa pratica. Circa il 5%. Un dato bassissimo, se si pensa che si tratta solamente di riconvertire alcuni semplici comportamenti quotidiani; il vantaggio di chi pratica il compostaggio è consistente: infatti si ottiene una riduzione del 30% sulla parte variabile della TARI dopo essersi registrati all’Ufficio Tributi del Comune. Ma non basta: in questo modo i rifiuti organici, che al momento finiscono nella raccolta indifferenziata, verrebbero separati e contribuirebbero a migliorare la qualità del nostro ambiente oltre che a migliorare la quantità di raccolta differenziata.

Se solo la metà di cittadini facesse correttamente il compostaggio, ci avvicineremmo all’obiettivo e saremmo in grado di ridurre la TARI per tutti. E comunque, per non lasciare il tema in sospeso, abbiamo deciso di convocare tutti i più importanti produttori di rifiuti organici (ristoranti, bar, pizzerie, tavole calde, birrerie, ecc) e sollecitarli a fare la raccolta separata. Allo scopo  forniremo anche le istruzioni specifiche per la loro attività e gli strumenti idonei. In questo modo confidiamo di giungere a risultati concreti fin da quest’anno. Detto ciò è bene che nessuno si senta fuori dal problema: questo infatti è un ulteriore appello non solo per i ristoratori ecc., ma anche per tutti i cittadini.

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO


Comunicato del 3/4/2018

  Appello alla raccolta differenziata

Da quando questa amministrazione si è insediata non ha perso occasione per incoraggiare, incentivare, convincere tutta la cittadinanza ad aumentare e migliorare qualità e quantità della raccolta differenziata dei rifiuti. Lo abbiamo fatto con le frazioni, con tutti gli studenti, con i loro insegnanti, con le persone singole, in tutte le circostanze in cui sia stato necessario o anche solo utile ricordare questa modalità di raccolta.

Dobbiamo ricordare che i rifiuti sono uno dei grandi problemi delle società evolute che ne producono in quantità sterminate e crescenti. Il solo Comune di Pavullo ne produce 13.000 tonnellate all’anno. Una quantità spaventosa per l’ambiente. Un problema del Comune, ma anche di tutti noi che dobbiamo cambiare i nostri comportamenti perché quello che è stato fatto sinora è largamente insufficiente. Siamo ancora fermi a poco più del 50% della differenziata sulla raccolta globale, mentre entro il 2020 dobbiamo passare almeno al 65%. E non è cosa da poco. Dobbiamo fare molto di più e molto meglio. Altrimenti spenderemo cifre crescenti come TARI, anno dopo anno, e rischiamo anche di andare in penalità.

Ogni tonnellata di indifferenziata costa a ciascuno di noi 110 euro contro 30 euro di differenziata. Quindi se differenziassimo solo la metà della indifferenziata, risparmieremmo 240.000 Euro annui cioè un taglio di circa l’8% sulla tassa rifiuti. E’ solo un problema di buona volontà. Dobbiamo fare tutti qualche piccolo sacrificio e magari qualche metro in più per utilizzare le batterie complete piuttosto che i soli cassonetti dell’indifferenziata; servirci più spesso dell’isola ecologica, ancora ampiamente sottoutilizzata. I conferimenti all’isola sono un po’ scomodi, ma sono i più convenienti sotto il profilo ambientale ed economico. Infine occorre abbandonare immediatamente le pessime pratiche dell’abbandono dei rifiuti in ogni dove: questa pratica incivile, quasi impossibile da reprimere, presuppone una “crescita civile” nella sensibilità di queste persone, ma ci costa ogni anno attorno a 85.000 euro, che vengono pagati da tutti noi, anche dalle persone che si comportano correttamente.

Le nostre prossime mosse saranno una serie di iniziative su ristoranti, tavole calde, bar, birrerie, pizzerie (che a Pavullo sono quasi 150) nonché sulle mense e le frazioni in vista delle sagre, per la raccolta corretta dei rifiuti, soprattutto dell’ organico (che può pertanto essere differenziato).

Solo questa iniziativa, se sarà correttamente eseguita, ci porterà a consistenti e duraturi miglioramenti. Ma andando oltre vorremmo cercare di coinvolgere l’intera popolazione sull’effettuazione del compostaggio, pratica molto utile per l’ambiente, altrettanto conveniente per il portafoglio di ciascuno, ma ancora largamente sconosciuta. Ci faremo vivi prossimamente su questo.

Ricordiamo a tutti che differenziare i rifiuti non è una scelta, ma un OBBLIGO


Comunicato del 29/03/2018 - Riepilogo attività neve 2017/2018

La stagione invernale ormai terminata ci ha consegnato un bilancio non molto favorevole in termini di frane, di danni da vento, di mancata raccolta dei rifiuti e di neve, tanta neve caduta fortunatamente in quantità moderate per parecchi giorni, poche volte con fenomeni intensi, ma con grande continuità. Le temperature sono state particolarmente rigide, anche a seguito dell’ondata di gelo conseguente al promontorio di alta pressione dalla Russia che quest’anno si è manifestato in modo molto attivo, portando con sé l’ormai famosa ondata di gelo chiamata in gergo Buran, con punte di minima che a Pavullo hanno raggiunto i -21°.

A premessa di tutto va anticipato che le operazioni invernali sulle strade comunali e vicinali hanno richiesto un lavoro organizzativo preliminare intensissimo e minuzioso per individuare ed accordarsi con 35 privati per coprire le strade per la spalata e la salatura. Inoltre è opportuno ricordare a tutti che il servizio neve non è un minimamente assimilabile al servizio pronto bus, con orari a chiamata e relative fermate; l’orario è dettato dalla caduta neve e si interviene di giorno o di notte quando serve, cioè quando la caduta supera i 5 centimetri. Abbiamo registrato 14 giorni di caduta neve con l’uscita dei mezzi sui 500 Km di strade vicinali e comunali (i giorni in cui abbiamo avuto neve in realtà sono stati molti di piu’, ma con quantità modeste che non hanno richiesto l’intervento dei mezzi); sono state effettuate cinque operazioni di pulizia interna del paese, operazioni ostacolate dalla continua presenza di auto parcheggiate nonostante l’ordinanza di divieto di parcheggio; la pulizia è stata effettuata anche la sera fra il 27 e 28 di Febbraio con temperatura al di sotto dei -20 gradi centigradi. Ci sono state alcune difficoltà derivanti da alberi caduti su dodici strade per liberare le quali sono stati necessari altrettanti interventi straordinari. In alcuni casi siamo intervenuti anche in supporto alle operazioni sul Carrai, in contemporanea ai lavori sulle strade comunale e vicinali. Complessivamente sono caduti oltre 3 metri di neve che hanno richiesto interventi continuativi in 14 giorni dei 49 mezzi per lo sgombero della neve e la salatura; sono stati percorsi oltre 41.265 Km mentre le ore di lavoro sono state 4.771. Sulla pagina WEB del Comune è presente un servizio di tracciamento mezzi in azione tramite sistemi GPS posizionati sui mezzi in operatività. Questa applicazione consente a chiunque di seguire, istante per istante, la posizione dei vari mezzi quando sono al lavoro e al termine permette la verifica degli ultimi passaggi effettuati. In questo modo è anche possibile fare una previsione, per quanto approssimata, sull’orario presunto del passaggio dei mezzi nel punto interessato. L’applicazione utilizzata conserva in memoria tutti i dati registrati, e ciò è utilissimo per controllare la fondatezza di eventuali lamentele e per rispondere ai cittadini. Cosa sperimentata con successo nel corso del presente inverno. Purtroppo questo servizio, che ovviamente rappresenta un utilissimo strumento sia per l’Amministrazione che per il cittadino stesso, non è ancora conosciuto in modo diffuso al punto tale che solo 600 utenti lo hanno utilizzato almeno due volte.

Complessivamente si è trattato di uno sforzo assolutamente fuori dell’ordinario degli operatori sui mezzi, sia sotto il profilo dell’impegno fisico che mentale, così come degli operatori del servizio neve del Comune, in particolare al Centro Operativo. Anche dal punto di vista finanziario lo sforzo è stato molto consistente. Infatti a fronte di uno stanziamento iniziale di 222.000 euro si sono spesi 145.000 euro in piu’ per un totale di 367.000 euro.


Presentazione dell'Assessore Muzzarelli nel Consiglio Comunale del 26/1/2018 sul punto "APPROVAZIONE DELLA NOTA DI AGGIORNAMENTO DEL DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE 2018-2020 (D.U.P.) E DEL BILANCIO DI PREVISIONE PER L’ESERCIZIO FINANZIARIO 2018-2020 E RELATIVI ALLEGATI"  (allegato)


 Comunicato stampa del 2/9/2017 relativo allo spostamento di parte del mercato settimanale
A partire dal 16 Settembre 13 posteggi attualmente presenti nel Mercato settimanale del Sabato in Via Mercato,Via Manni e Vicolo Scaletta saranno trasferiti in Piazza Toscanini in adiacenza del Mercato ortofrutticolo.
Questo provvedimento a carattere sperimentale si è reso necessario a seguito delle indicazioni fornite da tempo dal Dipartimento nazionale dei Vigili del fuoco che prescrivono misure minime per la prevenzione antincendio e il passaggio dei mezzi di soccorso nelle aree mercatali, purtroppo non presenti nel tratto stradale che collega Via Mercato a Vicolo Scaletta. Unicamente ragioni di sicurezza a tutela dell'incolumità pubblica, quindi, che L’Amministrazione comunale non intende trascurare.
Dopo numerosi incontri e confronti con gli operatori ambulanti e con le Associazioni di categoria, abbiamo individuato l’area attualmente non ospitante il Mercato settimanale di Piazza Toscanini come la piu' idonea per il trasferimento, cosi da completare e potenziare l’intera attività commerciale della zona.
Per ovviare poi alla perdita di posti auto non compatibili con l’attività mercatale stiamo ultimando le modifiche alla viabilità che permetteranno il reperimento di nuovi parcheggi a servizio del Mercato stesso.


Comunicato modifiche strutturali tariffe scuola 2017/2018

La Giunta di giovedì 31 Agosto ha chiuso il ciclo delle importanti modifiche apportate al sistema tariffario della scuola. Si tratta di un pacchetto di misure di carattere strutturale, che ha innovato e reso più equo un sistema che nel tempo si è sviluppato seguendo le crescenti esigenze delle famiglie, ma con costi sempre più alti, a volte insostenibili. Ricordiamo che la giunta del 23 Febbraio scorso aveva introdotto, per le tariffe del Nido, un sistema totalmente proporzionale alla capacità economica delle famiglie con ISEE tra i 6.300,01 e 28.100,00. Inoltre venne eliminata la regola, fortemente contestata, del pagamento di una retta fissa mensile comprensiva dei pasti a prescindere dal numero di pasti consumati dal bambino. Quindi ora la nuova  tariffa mensile sarà composta dalla retta individualizzata proporzionale all’ISEE piu’ il costo dei pasti realmente fruiti dal bambino nel mese.

Dopo pochi mesi la Giunta del 27 Luglio aveva approvato, per la scuola d’infanzia e primaria, in linea con quanto già deciso per il Nido, un nuovo e completo sistema tariffario molto più equo del precedente, mirante a differenziare gli utenti con redditi più bassi da quelli con ISEE più alte,  in modo da avere una riduzione complessiva dei costi per le famiglie. Ciò significa che parecchie migliaia di euro non saranno pagate dai cittadini. Alcuni esempi: la famigerata tariffa mensile per la scuola d’infanzia ha subito una drastica riduzione, mediamente del 50%. La tariffa del pre scuola è stata ridotta per tutti (cioè senza limitazioni di ISEE) da 157 euro a 90 euro e così il post scuola è stato ridotto da 157 euro a 120 euro. Infine il trasporto scolastico: la riduzione del numero delle tariffe è stata accompagnata dall’abolizione della tariffa più onerosa, quella urbana di 419,67 euro che viene sostituita dalla tariffa di 320 euro per gli utenti con ISEE superiore a 18.000 Euro.

Infine la Giunta del 31 Agosto. A suo tempo il Governo, con legge finanziaria 2017, aveva disposto a favore delle famiglie con bambini nati dopo il 1/1/2016, un Bonus specifico di 90,91 Euro mensili per il pagamento delle rette relative alla frequenza di asili pubblici o privati. Purtroppo, a seguito dell’istruttoria delle domande pervenute dalle famiglie, abbiamo rilevato che il 60,53% dei bambini iscritti ai servizi alla prima infanzia è nato nell’anno 2015, quindi essi sono esclusi  dalla possibilità di beneficiare del "Bonus Asilo Nido” governativo. Al fine di riequilibrare una situazione di evidente disparità di trattamento che ha penalizzato le famiglie con bambini dai due ai tre anni d'età, l'Amministrazione Comunale ha disposto a favore delle famiglie con bambini iscritti al Nido e nati nel 2015, una riduzione di 30 euro mensili della retta di frequenza. Con ciò confidiamo di avere adottato una decisione molto saggia ed equa a favore di famiglie incomprensibilmente escluse da un beneficio importante in un settore (quello delle tariffe dei nidi) che presenta da sempre dei livelli molto elevati ed estremamente onerosi per le famiglie.

Ciò è stato possibile grazie ad una gestione del Bilancio comunale attenta sia al recupero delle somme dovute al Comune e non pagate, che alla eliminazione di tutte le spese non strettamente necessarie. Con almeno tre anni di anticipo rispetto a quanto avevamo inizialmente preventivato.

 


Comunicato del 29/7/2017 "Nuove tariffe dei Servizi Scolastici"

La Giunta del 27 Luglio ha approvato un nuovo sistema di tariffe per il mondo della scuola. Si tratta di un sistema molto più equo del precedente perché, grazie alla introduzione di una quarta fascia ISEE oltre 18.000 euro, mira a differenziare gli utenti con redditi più bassi da quelli con ISEE più alte.  I  primi infatti avranno tariffe sensibilmente più basse delle attuali. Ma è tutto il sistema che è stato ridisegnato in modo tale da avere, oltre ad una situazione di maggior equità ed equilibrio fra le varie componenti, uno snellimento amministrativo tramite la riduzione del numero delle tariffe e infine, cosa più importante, una riduzione complessiva dei costi per le famiglie. Ciò significa che parecchie migliaia di euro saranno restituite ai cittadini, venendo così incontro ad un ovvio desiderio della collettività dei genitori, in un quadro generale che nel passato ha offerto solamente incrementi tributari o tariffari. Tutti i servizi offerti sono stati interessati dalla modifica: dalle rette della mensa scolastica, al pre/post scuola, ai trasporti scolastici.  Alcuni esempi per tutti: la famigerata tariffa mensile per la scuola d’infanzia (tanto detestata dalle famiglie) ha subito una drastica riduzione ed è stata portata, in funzione del reddito ISEE, da 18 euro mensili fino a 7 euro mensili, con una riduzione media del 50%. Il nostro impegno è comunque quello di riconsiderarla anche il prossimo anno, risorse permettendo, in funzione di una possibile eliminazione. E ancora la tariffa del pre scuola, servizio utilizzato dalla stragrande maggioranza delle famiglie, soprattutto da coloro che lavorano, è stato ridotto per tutti (cioè senza limitazioni di ISEE) da 157 euro a 90 euro, con una riduzione di oltre il 42%. E così il post scuola è stato ridotto da 157 euro a 120 euro, con una riduzione del 24%. Infine il trasporto scolastico: la riduzione del numero delle tariffe è stata accompagnata dall’abolizione della tariffa più onerosa, quella urbana di 419,67 euro che viene sostituita dalla tariffa di 320 euro per gli utenti con ISEE superiore a 18.000 Euro. Si tratta di riduzioni veramente importanti, che sono state possibili solo grazie ad una gestione e ad un controllo della spesa corrente accuratissima, senza concessioni a sprechi o altro. Per il prossimo anno ci impegnamo a riconsiderare il tutto e ad apportare le opportune correzioni ed aggiustamenti, laddove si dovessero rendere necessarie, anche a seguito degli incontri che avremo con i genitori.

Da ultimo riteniamo necessario sottolineare che questa riduzione avviene con largo anticipo, cioè al termine del primo anno della nostra gestione, anticipando di almeno due anni ciò che noi stessi ci eravamo proposti come inizio della politica di riduzioni tariffarie.

 

Comunicato del 27/6/2017 "Progetto definitivo lavori piscina coperta"

Il 22 Giugno scorso la Giunta ha finalmente approvato il progetto definitivo della piscina comunale coperta.

Si è trattato della conclusione di un lungo iter che ha visto la luce all’alba della nomina della nostra amministrazione, esattamente un anno fa. Ricordo infatti che la Sovraintendenza aveva deciso la sospensione del parere favorevole, precedentemente emesso, sulle attività iniziate dalla precedente amministrazione volte alla costruzione di un nuovo fabbricato al posto degli attuali campi da tennis scoperti.

A questo punto la nuova amministrazione, in totale accordo con in vincitore del bando,  si è trovata a dover risolvere la difficile situazione e ad individuare una soluzione che consentisse di non vanificare i lavori fin qui svolti e possibili ulteriori danni alla collettività. Si è pertanto scelto di procedere con la ristrutturazione della vecchia struttura anziché la costruzione di un nuovo fabbricato. La prospettiva si presentava irta di difficoltà, di vincoli e di limiti che andavano tutti risolti. Inoltre i costi dell’intera operazione andavano comunque tenuti sotto controllo e sono stato contenuti in un 5% rispetto ai costi previsti inizialmente.  Per fare quadrare il cerchio è stato necessario un lungo lavoro di analisi tecnica, di approfondimento giuridico e di verifica finanziaria dei vari aspetti della complicatissima questione a cui hanno partecipato tutte le diverse componenti dell’amministrazione. Alla fine il risultato è arrivato e con soddisfazione possiamo annunciare alla popolazione che l’iniziativa ha finalmente preso il volo con l’approvazione odierna.

L’inizio dei lavori è stato previsto per la fine dell’estate (dopo la chiusura della piscina estiva) e il completamento è stimato, se non interverranno fattori di ritardo, al momento del tutto imprevedibili, per l’autunno del 2018, per dare a tutta la cittadinanza e agli studenti la possibilità di utilizzare l’impianto durante i mesi freddi.

Con ciò riteniamo di avere iniziato la realizzazione di  una struttura lungamente attesa, progettata e costruita con tecnologie allo  stato dell’arte, dotata di tutti requisiti tecnici, sismici e di risparmio energetico richiesti dalla normativa vigente per le nuove costruzione e di cui i cittadini sono stati privati per troppo tempo.

 


Comunicato del 26/5/2017

Questa la risposta data dal Sindaco durante il Consiglio comunale svoltosi venerdì 25 maggio, all'interrogazione dei gruppi consiliari "Movimento 5 stelle" e "Coalizione civica" in merito alla situazione ospedale di Pavullo
"L'AUSL ha presentato alla Presidenza della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria e ai sindaci capi-distretto (compreso Pavullo) una bozza di piano per la riorganizzazione della Sanità nel Frignano, con particolare attenzione al riordino delle attività dell'Ospedale di Pavullo da compiersi nel triennio 2017-2019.
La riorganizzazione avviene nell'ambito di un più generale riassetto delle attività svolte nell'area Sud, sulla scorta di indicazioni nazionali/regionali e nel contesto provinciale modenese che visto il recente accorpamento degli HUB modenesi (Baggiovara-Policlinico).
L'AUSL agisce in sinergia con la CTSS e le Amministrazioni locali. Scopi preminenti della riorganizzazione sono il potenziamento di alcuni servizi, comprensivo di importanti interventi strutturali e la rimodulazione di altri.

Pronto Soccorso - 118:
• ristrutturazione locali e acquisizione tecnologie: adeguamento area accettazione/triage, ambulatori, aree sosta interna
• stabilizzazione personale medico e infermieristico triage
• potenziamento servizio 118 medico-infermieristico
• costruzione percorsi PS-CRA
• implementazione OBI
• previsione di estensione della presenza infermieristica 118 in altri Comuni del Frignano

Elisoccorso notturno
• adeguamento al volo notturno elisuperficie aeroporto Pavullo entro fine giugno
• da luglio inizio fase sperimentale
• previste 1-2 ulteriori elisuperfici nel Frignano (2018?)
• verifica possibilità estensione volo diurno alba-tramonto nei mesi estivi
• verifica possibilità che anche Pavullo diventi base operativa Helicopter Emergency Medical Service h24

Chirurgia Generale:
• ristrutturazione sale operatorie (già finanziata)
• previste 3 sedute operatorie aggiuntive/settimanali con previsione di aumento di circa 460 interventi/anno (a bassa-media complessità) > sinergie con Chirurgia H Sassuolo

Chirurgia ortopedica:
• incremento 1 seduta operatoria aggiuntiva/settimanale con previsione di aumento di circa 120 interventi/anno

Percorso nascita:
premessa, nel 2016:
◦ meno del 50% delle donne del Frignano hanno partorito a Pavullo
◦ i parti nell'H Pavullo sono stati circa 190 (di cui 44 provenienti da extra-Distretto)
• implementazioni attività pre-concezionale, in gravidanza e post-partum

Personale:
• infermieristico e tecnico per potenziamento attività di PS/118 chirurgiche : + 11 unità
• medico per potenziamento attività chirurgiche, di supporto e diagnostiche: + 3 unità

Varie strutturali: sistemazione aree parcheggi con particolare attenzione al Pronto Soccorso

Impegno spesa:
• oltre 5 milioni di € per interventi strutturali e acquisizione di tecnologie
• circa 700.000 € per personale/anno"

 


Comunicato del 17/05/2017

E' ora di essere civili anche a Pavullo

Dal 17 maggio 2017, Giornata Mondiale contro l'Omotransbifobia, anche a Pavullo sarà l'ora per poter essere “civili”. La Commissione Pari Opportunità del Comune, congiuntamente all'Assessora alle Pari Opportunità Angela Pietroluongo,  annuncia infatti il varo del Registro per le Unioni Civili proprio in occasione di tale significativa data. In un territorio ancora complesso riguardo alle tematiche LGBTI la Commissione si augura che questo possa essere un segnale importante per chi ancora fatica a vivere alla luce del sole la propria naturale condizione, e si auspica che tutte le persone appartenenti ad una minoranza legata al genere o all'orientamento sessuale abbiano la possibilità e la serenità per godere appieno dei propri diritti e rivendicare la pienezza dei propri diritti e l'equità sociale che spetta loro.

Angela Pietroluongo – Assessora alle Pari Opportunità di Pavullo nel Frignano

Roberta Nadini – Presidente Commissione Pari Opportunità di Pavullo nel Frignano

Francesco Donini – Vicepresidente Commissione Pari Opportunità di Pavullo nel Frignano


 

Comunicato del 27/4/2017

Progetto Riciclandino – Scuola DeAmicis vincitrice in ambito provinciale

Si tratta di un progetto gestito da HERA, a cui il Comune è naturalmente molto interessato, che tende a sensibilizzare i giovani all’educazione ambientale in genere e a fare loro capire la necessità di frazionare le merci da scartare per ottenere un recupero il più possibile ampio e pulito (cioè che possa avere un fine economico in fase di riciclo commerciale). Lo stesso progetto mira anche a far conoscere meglio la funzione delle Stazioni/Isole Ecologiche che consentono un conferimento di materiale di scarto piu’ sostenibile per tutti i materiali sottoposti a raccolta differenziata. In questo modo lo scuole, come primarie agenzie educative dei nostri ragazzi, a partire da quelli piu’ giovani, sono in grado di indirizzare efficacemente i comportamenti delle nuove generazioni interessandole direttamente alla questione assieme alle loro famiglie. E abbiamo avuto già numerosi riscontri che i bambini sono sensibilissimi a questo comportamento virtuoso, al punto tale da essere loro stessi a sollecitare i genitori a seguirli nel gestione dei rifiuti. Si tratta, come si può facilmente comprendere, di un progetto molto importante dal punto di vista promozionale, perché va a stimolare direttamente l’attenzione dei ragazzi e contribuisce alla formazione e allo sviluppo di una consapevolezza ambientale nelle future generazioni di cittadini. La presenza di incentivi economici tangibili per la Scuola, in funzione della quantità di rifiuti raccolti in modo differenziato, rende sicuramente il progetto ancora più appetibile e stimolante. In tal modo si rende evidente che la somma di tanti piccoli gesti quotidiani positivi e consapevoli, può generare grandi e visibili risultati collettivi.

Quest’anno, in questo mese di Aprile, la scuola primaria De Amicis di Pavullo ha vinto il primo premio in ambito provinciale nell’ultimo progetto  Riciclandino, ottenendo un assegno di 1.382,21 Euro.

I rifiuti, come le notizie di stampa riferite soprattutto alle grandi città testimoniano quasi quotidianamente, stanno diventando uno dei principali problemi del nostro tempo. Quindi l’Amministrazione comunale è molto interessata alla loro gestione e soprattutto allo sviluppo della raccolta differenziata che in questo ultimo anno è finalmente cresciuta oltre il 50%. In questo quadro l’Amministrazione sta investendo molto, soprattutto nelle zone periferiche del Comune, per dotare ogni frazione di una serie di batterie di cassonetti il più complete possibile. Questo per ragioni di carattere ambientale in primo luogo, ma anche per tentare di ridurre al massimo i costi della raccolta dei rifiuti che ormai hanno raggiunto livelli altissimi.


 

Comunicato del 31/3/2017

TRACCE DI CRESCITA
presentiAMO la nostra scuola
nidi, scuole dell’infanzia e primarie in mostra


Amiamo le nostre scuole e vogliamo presentarle. Presentazione, conoscenza, comunicazione, valorizzazione, scambio, confronto sono le parole che ci hanno guidato nell’ideazione di questo percorso che porterà nei territori del distretto del Frignano la raccolta di documentazioni delle esperienze realizzate dai bambini nelle scuole/nidi, che resteranno a disposizione di chi vorrà conoscerle e conoscerci.
Per il momento storico che stiamo vivendo è più che mai necessario aiutare le famiglie ma anche i cittadini e le amministrazioni locali a conoscerci e condividere insieme il nostro modo di essere e fare scuola, il modo in cui i bambini apprendono e conoscono, le tracce del lavoro di adulti e bambini. Con questo percorso si vuole anche consolidare la rete tra le scuole/nidi del  distretto del Frignano. Ogni scuola/nido che vorrà partecipare produrrà una documentazione di un progetto realizzato che ben esplicita la propria idea di scuola/nido, da inserire nella mostra.
La mostra sarà inizialmente allestita dal 1 al 14 aprile al Palazzo Ducale di Pavullo e successivamente sarà itinerante presso altri luoghi della comunità su tutto il Frignano: 18-30 aprile Lama Mocogno spazio Agorà, 2-8 maggio Fanano Palazzo Scolopi, 9-14 maggio Riolunato Sala Consiliare, 16-28 maggio Serramazzoni Sala Polivalente, 30 maggio- 6 giugno Polinago Sala Giovani.
DIREZIONE DIDATTICA PAVULLO NEL FRIGNANO
ISTITUTO COMPRENSIVO LAMA MOCOGNO
ISTITUTO COMPRENSIVO PIEVEPELAGO
ISTITUTO COMPRENSIVO SERRAMAZZONI
ISTITUTO COMPRENSIVO SESTOLA
COORDINAMENTO PEDAGOGICO DISTRETTUALE DEL
FRIGNANO
In questo modo sia la formazione effettuata sia i progetti saranno condivisi nella rete di scuole/nidi. Durante il periodo di apertura della mostra si potranno eventualmente organizzare laboratori, letture animate, giornate aperte con i genitori per visitarla o altre iniziative, secondo della realtà e della disponibilità. A Pavullo nei giorni 4,6,11 e 13 aprile la mostra sarà aperta al pomeriggio dalle 15,30 alle 17,30 per le famiglie. In particolare il 6 aprile ci saranno letture animate per i bambini delle scuole dell’infanzia e l’11 aprile letture animate per i bambini delle scuole primarie. In entrambe le giornate saranno presenti insegnanti per accompagnare bambini e genitori nella mostra.
La mostra sarà inaugurata a Pavullo sabato 1 aprile alle ore 9 dall’assessore Pietroluongo e dalla Dirigente scolastica Poggioli e sarà accompagnata da un incontro formativo per insegnanti, educatori e famiglie a cura di Reggio Children dal tema: “Condividere le tracce di
crescita: scuola, famiglia, territorio”. Inoltre saranno presentati alcuni dei progetti presenti in mostra a cura di educatori, insegnanti e studenti. Nel pomeriggio dalle 16 la mostra sarà aperta per famiglie e bambini con letture animate e laboratori.
“Tracce di crescita” è una iniziativa della Conferenza distrettuale 0-6 e del Coordinamento pedagogico distrettuale. Referente del progetto è la Direzione didattica di Pavullo con il  supporto organizzativo del Ufficio scuola del Comune di Pavullo nel Frignano.


Comunicato stampa del 24/3/2017 in merito alle iscrizioni ai nidi d'infanzia

IL NIDO: UN SERVIZIO DI QUALITA’ PER I NOSTRI BAMBINI

Sono aperte fino a venerdì 31 marzo le iscrizioni per la frequenza dal prossimo mese di settembre, per l’anno scolastico 2017/18, ai Nidi d'infanzia del Comune di Pavullo nel Frignano dei bambini di età compresa tra 6 mesi e 3 anni.

Nei primi tre anni di vita i bambini sono particolarmente capaci di interagire con le persone e l’ambiente che li circonda e beneficiano fortemente della opportunità di apprendere, in situazioni di gioco mirate sui loro bisogni, all’interno di relazione stabili e significative con altri bambini e con adulti attenti.

I Nidi sono tre, due nel capoluogo (Nido Tonini e Nido Gli Amici dello Scoiattolo) e uno a S.Antonio (Nido Scarabocchio). Offrono diversi modelli orari per poter rispondere con flessibilità alle esigenze delle famiglie: vi è la possibilità di frequenza part-time solo al mattino, oppure a tempo pieno fino alle 16 e, per le famiglie che ne hanno necessità, fino alle 18.

Oltre ai Nidi è attivo il servizio educativo Spazio Bambini aperto per 4 ore giornaliere, che si può frequentare, a scelta, per 3 o 5 mattine la settimana. A differenza del Nido allo Spazio Bambini non viene fornito il pasto ma una abbondate merenda a metà mattina.

Le educatrici del nido operano in team, con formazione specialistica permanente e la costante supervisione di un pedagogista. Il programma educativo, condiviso con le famiglie, è centrato sul benessere e sulla valorizzazione e sviluppo delle competenze individuali e sociali del bambino.

Il costo del servizio è rapportato alla capacità di contribuzione della famiglia (sistema dell’ISEE) e va, per il Nido a tempo pieno, da un minimo di 97,00 Euro ad un massimo di 433,00 Euro mensili oltre al costo dei pasti realmente fruiti. La retta del Nido part-time va da 77 a 340 euro mensili più i pasti. Per lo Spazio Bambini, per 5 giorni settimanali, la retta va da 100 a 294 euro mensili e per 3 giorni da 60 a 176 euro mensili. Sono inoltre previste riduzioni in caso di assenza per malattia superiore al valore di 15 giorni riparametrato sui giorni effettivi di apertura del servizio e agevolazioni per le famiglie con più figli che usufruiscono dei servizi scolastici comunali.

Le famiglie interessate a fare partecipare i figli alle attività dei Nidi d'infanzia o allo Spazio Bambini, devono compilare personalmente il modulo di domanda, allegando la documentazione richiesta e la fotocopia di un documento di identità del  sottoscrittore in corso di validità.

Il modulo è disponibile sul sito internet del Comune all'indirizzo www.comune.pavullo-nel-frignano.mo.it, presso gli uffici dell’URP, nella sede centrale del Municipio in Piazza Montecuccoli 1 e presso il Servizio Scuola, in Via Giardini 192, durante l’orario di apertura al pubblico.

Una volta compilata, la domanda va presentata presso il Servizio Protocollo, in Piazza Montecuccoli 1 nei seguenti giorni ed orari:

TUTTE LE MATTINE DAL LUNEDI’ AL SABATO DALLE ORE 8,15 ALLE ORE 12,00

E NEI POMERIGGI DI MARTEDI’ E GIOVEDI’ DALLE ORE 15 ALLE ORE 16,30

Per chiarimenti sulla modalità di compilazione contattare il Servizio Scuola ai numeri telefonici 0536 29912 o 29928.


 

Comunicato stampa seduta Giunta del 23/2/2017

Sviluppo infrastrutture per una banda ultra larga

Oggi pomeriggio la Giunta ha firmato una importante convenzione con Lepida (Società in house della Regione Emilia Romagna, partecipata dal Comune di Pavullo) e Infratel (società del Ministero dello Sviluppo Economico) con la quale si realizzerà una dorsale di collegamento informatico da Piazza Montecuccoli fino a Sant’Antonio, tramite la stesura di una fibra ottica che consentirà, senza spese per il Comune di Pavullo, di avere una infrastruttura all’avanguardia in banda ultra larga. Tale infrastruttura potenzierà considerevolmente la capacità di comunicazione degli stabilimenti produttivi dell’area industriale a nord del paese, specie in questo momento, caratterizzato da importantissimi investimenti privati e un forte sviluppo industriale; alla stessa linea sarà possibile accedere anche a tutti gli operatori di telecomunicazioni interessati ad erogare il servizio finale non solo alle imprese, ma anche ai singoli cittadini così come alle scuole. Infratel avrà il compito precipuo di individuare un concessionario che sarà poi l’ente tecnico per la materiale realizzazione della infrastruttura. L’iniziativa viene adottata per favorire, promuovere e qualificare l’innovazione del sistema produttivo e la crescita occupazionale, e quindi per far crescere l’attrazione e la competitività di tutto il sistema economico del nostro territorio.  La proprietà della infrastruttura resterà parte all’Amministrazione dello Stato e parte alla Regione Emilia Romagna in funzione dei fondi utilizzati per la stessa realizzazione. La manutenzione sia ordinaria che straordinaria resterà in capo agli stessi enti concessionari. L’iniziativa in questione rientra nell’ambito di un piano molto piu’ vasto della Regione Emilia Romagna con la quale ci si pone l’obiettivo di coprire tutto il territorio regionale con servizi a banda ultra larga , collegare le scuole in fibra ottica (almeno per il 50%) e rendere possibili punti di accesso liberi e gratuiti a banda ultra larga con una densità di 1 ogni 1000 abitanti.

 

Nuova tariffazione dei Servizi alla Prima Infanzia

A cura dell’Assessore Angela Pietrolungo è stato presentato il nuovo sistema di tariffe per i servizi educativi alla prima infanzia in vigore dal prossimo anno scolastico, integralmente approvato dalla Giunta.  Con questo provvedimento si definisce e si applica un sistema tariffario dal forte carattere di equità, che porta, come già anticipato in campagna elettorale, ad una generale riduzione, anche se per ora modesta, delle tariffe a carico della famiglie che utilizzano i servizi educativi per i bambini da 0 a 3 anni. 

L’attuale sistema tariffario, che da sempre abbiamo ritenuto molto costoso e poco equo, viene ora reso totalmente proporzionale alla capacità economica delle famiglie con ISEE tra i 6.300,01 e 28.100,00.

Viene inoltre eliminata la regola, fortemente contestata dalle famiglie, del pagamento di una retta fissa mensile a prescindere dal numero di pasti consumati dal bambino. Ora, invece, la tariffa mensile sarà composta dalla retta individualizzata calcolata sull’ISEE cui si aggiunge il costo dei pasti realmente fruiti dal bambino nel corso del mese.

Per il Nido d’infanzia a tempo pieno, in funzione dell’ISEE posseduto, le tariffe variano da un minimo di 97 euro mensili ad un massimo di 433 euro mensili; il costo del pasto Euro 3,70 per chi ha un’ISEE inferiore ai 6.300 euro ed Euro 5,50 per gli altri.

Nido d’infanzia Part time (5 ore al giorno/5 giorni con pasto). In funzione dell’ISEE le tariffe variano da un minimo di 77 Euro a un massimo di 340 Euro, con pasti a 3,7 Euro sotto i 6.300 euro di ISEE e 5,5 Euro per gli altri;

Spazio bambini (5 giorni la settimana/4 ore al giorno con merenda a metà mattina). In funzione dell‘ISEE le tariffe variano da un minimo di 100 Euro a un massimo di 294 Euro mensili compreso il costo della merenda;

Spazio bambini (3 giorni alla settimana/4 ore con merenda a metà mattina). In funzione dell’ISEE le tariffe variano da un minimo di 60 Euro a un massimo di 176 Euro mensili, compreso il costo della merenda.

L’intera operazione comporta per il Comune, nelle simulazioni che abbiamo fatto con una ragionata ipotesi sul numero e tipologie di famiglie che frequenteranno il Nido nel 2017/2018, un mancato introito per qualche migliaio di Euro che, pur nelle ben note difficoltà di Bilancio, ci siamo comunque sentiti di accettare per iniziare un percorso virtuoso a favore delle famiglie.

Commenta l’Assessore Angela Pietroluogo: “Sono soddisfatta di questo importante “piccola rivoluzione” sul sistema tariffario dei servizi alla prima infanzia, perché è impostata sull’equità, realizzata tramite l’applicazione “lineare” dell’ISEE e il pagamento dei soli pasti realmente fruiti dai bambini”.


 

Proprietà dell'articolo
creato:lunedì 27 febbraio 2017
modificato:giovedì 8 agosto 2019