Comunicati sulle attività della Giunta Comunale

Comunicato stampa del 24/3/2017 in merito alle iscrizioni ai nidi d'infanzia

IL NIDO: UN SERVIZIO DI QUALITA’ PER I NOSTRI BAMBINI

Sono aperte fino a venerdì 31 marzo le iscrizioni per la frequenza dal prossimo mese di settembre, per l’anno scolastico 2017/18, ai Nidi d'infanzia del Comune di Pavullo nel Frignano dei bambini di età compresa tra 6 mesi e 3 anni.

Nei primi tre anni di vita i bambini sono particolarmente capaci di interagire con le persone e l’ambiente che li circonda e beneficiano fortemente della opportunità di apprendere, in situazioni di gioco mirate sui loro bisogni, all’interno di relazione stabili e significative con altri bambini e con adulti attenti.

I Nidi sono tre, due nel capoluogo (Nido Tonini e Nido Gli Amici dello Scoiattolo) e uno a S.Antonio (Nido Scarabocchio). Offrono diversi modelli orari per poter rispondere con flessibilità alle esigenze delle famiglie: vi è la possibilità di frequenza part-time solo al mattino, oppure a tempo pieno fino alle 16 e, per le famiglie che ne hanno necessità, fino alle 18.

Oltre ai Nidi è attivo il servizio educativo Spazio Bambini aperto per 4 ore giornaliere, che si può frequentare, a scelta, per 3 o 5 mattine la settimana. A differenza del Nido allo Spazio Bambini non viene fornito il pasto ma una abbondate merenda a metà mattina.

Le educatrici del nido operano in team, con formazione specialistica permanente e la costante supervisione di un pedagogista. Il programma educativo, condiviso con le famiglie, è centrato sul benessere e sulla valorizzazione e sviluppo delle competenze individuali e sociali del bambino.

Il costo del servizio è rapportato alla capacità di contribuzione della famiglia (sistema dell’ISEE) e va, per il Nido a tempo pieno, da un minimo di 97,00 Euro ad un massimo di 433,00 Euro mensili oltre al costo dei pasti realmente fruiti. La retta del Nido part-time va da 77 a 340 euro mensili più i pasti. Per lo Spazio Bambini, per 5 giorni settimanali, la retta va da 100 a 294 euro mensili e per 3 giorni da 60 a 176 euro mensili. Sono inoltre previste riduzioni in caso di assenza per malattia superiore al valore di 15 giorni riparametrato sui giorni effettivi di apertura del servizio e agevolazioni per le famiglie con più figli che usufruiscono dei servizi scolastici comunali.

Le famiglie interessate a fare partecipare i figli alle attività dei Nidi d'infanzia o allo Spazio Bambini, devono compilare personalmente il modulo di domanda, allegando la documentazione richiesta e la fotocopia di un documento di identità del  sottoscrittore in corso di validità.

Il modulo è disponibile sul sito internet del Comune all'indirizzo www.comune.pavullo-nel-frignano.mo.it, presso gli uffici dell’URP, nella sede centrale del Municipio in Piazza Montecuccoli 1 e presso il Servizio Scuola, in Via Giardini 192, durante l’orario di apertura al pubblico.

Una volta compilata, la domanda va presentata presso il Servizio Protocollo, in Piazza Montecuccoli 1 nei seguenti giorni ed orari:

TUTTE LE MATTINE DAL LUNEDI’ AL SABATO DALLE ORE 8,15 ALLE ORE 12,00

E NEI POMERIGGI DI MARTEDI’ E GIOVEDI’ DALLE ORE 15 ALLE ORE 16,30

Per chiarimenti sulla modalità di compilazione contattare il Servizio Scuola ai numeri telefonici 0536 29912 o 29928.


 

Comunicato stampa seduta Giunta del 23/2/2017

Sviluppo infrastrutture per una banda ultra larga

Oggi pomeriggio la Giunta ha firmato una importante convenzione con Lepida (Società in house della Regione Emilia Romagna, partecipata dal Comune di Pavullo) e Infratel (società del Ministero dello Sviluppo Economico) con la quale si realizzerà una dorsale di collegamento informatico da Piazza Montecuccoli fino a Sant’Antonio, tramite la stesura di una fibra ottica che consentirà, senza spese per il Comune di Pavullo, di avere una infrastruttura all’avanguardia in banda ultra larga. Tale infrastruttura potenzierà considerevolmente la capacità di comunicazione degli stabilimenti produttivi dell’area industriale a nord del paese, specie in questo momento, caratterizzato da importantissimi investimenti privati e un forte sviluppo industriale; alla stessa linea sarà possibile accedere anche a tutti gli operatori di telecomunicazioni interessati ad erogare il servizio finale non solo alle imprese, ma anche ai singoli cittadini così come alle scuole. Infratel avrà il compito precipuo di individuare un concessionario che sarà poi l’ente tecnico per la materiale realizzazione della infrastruttura. L’iniziativa viene adottata per favorire, promuovere e qualificare l’innovazione del sistema produttivo e la crescita occupazionale, e quindi per far crescere l’attrazione e la competitività di tutto il sistema economico del nostro territorio.  La proprietà della infrastruttura resterà parte all’Amministrazione dello Stato e parte alla Regione Emilia Romagna in funzione dei fondi utilizzati per la stessa realizzazione. La manutenzione sia ordinaria che straordinaria resterà in capo agli stessi enti concessionari. L’iniziativa in questione rientra nell’ambito di un piano molto piu’ vasto della Regione Emilia Romagna con la quale ci si pone l’obiettivo di coprire tutto il territorio regionale con servizi a banda ultra larga , collegare le scuole in fibra ottica (almeno per il 50%) e rendere possibili punti di accesso liberi e gratuiti a banda ultra larga con una densità di 1 ogni 1000 abitanti.

 

Nuova tariffazione dei Servizi alla Prima Infanzia

A cura dell’Assessore Angela Pietrolungo è stato presentato il nuovo sistema di tariffe per i servizi educativi alla prima infanzia in vigore dal prossimo anno scolastico, integralmente approvato dalla Giunta.  Con questo provvedimento si definisce e si applica un sistema tariffario dal forte carattere di equità, che porta, come già anticipato in campagna elettorale, ad una generale riduzione, anche se per ora modesta, delle tariffe a carico della famiglie che utilizzano i servizi educativi per i bambini da 0 a 3 anni. 

L’attuale sistema tariffario, che da sempre abbiamo ritenuto molto costoso e poco equo, viene ora reso totalmente proporzionale alla capacità economica delle famiglie con ISEE tra i 6.300,01 e 28.100,00.

Viene inoltre eliminata la regola, fortemente contestata dalle famiglie, del pagamento di una retta fissa mensile a prescindere dal numero di pasti consumati dal bambino. Ora, invece, la tariffa mensile sarà composta dalla retta individualizzata calcolata sull’ISEE cui si aggiunge il costo dei pasti realmente fruiti dal bambino nel corso del mese.

Per il Nido d’infanzia a tempo pieno, in funzione dell’ISEE posseduto, le tariffe variano da un minimo di 97 euro mensili ad un massimo di 433 euro mensili; il costo del pasto Euro 3,70 per chi ha un’ISEE inferiore ai 6.300 euro ed Euro 5,50 per gli altri.

Nido d’infanzia Part time (5 ore al giorno/5 giorni con pasto). In funzione dell’ISEE le tariffe variano da un minimo di 77 Euro a un massimo di 340 Euro, con pasti a 3,7 Euro sotto i 6.300 euro di ISEE e 5,5 Euro per gli altri;

Spazio bambini (5 giorni la settimana/4 ore al giorno con merenda a metà mattina). In funzione dell‘ISEE le tariffe variano da un minimo di 100 Euro a un massimo di 294 Euro mensili compreso il costo della merenda;

Spazio bambini (3 giorni alla settimana/4 ore con merenda a metà mattina). In funzione dell’ISEE le tariffe variano da un minimo di 60 Euro a un massimo di 176 Euro mensili, compreso il costo della merenda.

L’intera operazione comporta per il Comune, nelle simulazioni che abbiamo fatto con una ragionata ipotesi sul numero e tipologie di famiglie che frequenteranno il Nido nel 2017/2018, un mancato introito per qualche migliaio di Euro che, pur nelle ben note difficoltà di Bilancio, ci siamo comunque sentiti di accettare per iniziare un percorso virtuoso a favore delle famiglie.

Commenta l’Assessore Angela Pietroluogo: “Sono soddisfatta di questo importante “piccola rivoluzione” sul sistema tariffario dei servizi alla prima infanzia, perché è impostata sull’equità, realizzata tramite l’applicazione “lineare” dell’ISEE e il pagamento dei soli pasti realmente fruiti dai bambini”.


 

Proprietà dell'articolo
creato:lunedì 27 febbraio 2017
modificato:venerdì 24 marzo 2017