Fabbrica delle Arti

BiblioFantasia

raccolta di libri illeggibili in omaggio a Bruno Munari

“Un libro è un libro è un libro è un libro”

Bruno Munari

La BiblioFANTASIA è una raccolta di libri non libri, libri illeggibili, libri fantasia che raccontano emozioni, sensazioni non attraverso le parole o i segni ma attraverso giochi visivi di forme, colori e materiali. La ricerca sulla materia è poliedrica e coinvolge, secondo la filosofia della Fabbrica delle Arti, lo scarto in quanto oggetto dall’alto potenziale estetico e medium del gioco euristico.

La BiblioFANTASIA è un omaggio al grande maestro del design italiano Bruno Munari, uno dei massimi protagonisti dell’arte e della grafica del XX secolo.  Era il 1949 quando Munari progettò, per la prima volta una serie di “libri illeggibili”, opere che definitivamente rinunciano alla comunicazione testuale a favore della sola funzione estetica, solo carta, colori, tagli, nei quali la lettura diventa lo svolgersi cadenzato di una composizione musicale, con timbri sempre diversi nell’alternarsi delle pagine.

I libri illeggibili della BiblioFANTASIA sono libro-forma, libri-gioco, libri-multisensoriali, sono i pre-libri ipotizzati anche da Maria Montessori, in grado di comunicare il proprio messaggio attraverso la materia e la sua storia; sono libri che nascono dagli scarti, dall’assemblaggio di sfridi di carta, tessuti, filati, plastica, sughero e tanto altro.

I libri, realizzati da Claudia Chiodi, Elisabetta Codega e Simona Negrini sono esposti e consultabili presso la Fabbrica delle Arti, Galleria dei Sotterranei di Palazzo Ducale, e presso la Biblioteca Comunale nei giorni e orari di apertura delle sedi.

Di seguito sono riportati i libri illeggibili della BiblioFANTASIA:

 

Proprietà dell'articolo
creato:giovedì 29 agosto 2019
modificato:giovedì 29 agosto 2019