Street Art a Pavullo: cabine elettriche diventano opere d'arte

Creatività ed innovazione a Pavullo nel Frignano con il progetto T.A.G. Torre, Arte e Graffiti.

Il progetto

Arte, creatività, innovazione sono gli ingredienti del progetto T.A.G, acronimo di Torre, Arte e Graffiti che arriverà, dopo l’esperienza imolese, a Pavullo grazie alla perfetta sinergia tra Inrete Distribuzione Energia, la società del gruppo Hera che si occupa della gestione dell’attività di distribuzione di gas ed energia elettrica in Emilia-Romagna ed il Comune di Pavullo nel Frignano.

Città d’arte e di artisti di fama nazionale, Pavullo intende valorizzare il tessuto urbano e rafforzare l’intreccio tra cultura del luogo e cultura artistica contemporanea portando colore e bellezza in tre cabine elettriche della città.

Un progetto nuovo ed innovativo quello di T.A.G. finalizzato alla rigenerazione urbana e valorizzazione del territorio, che vede in primo piano la partecipazione dell’associazione culturale imolese Noi Giovani ed artisti italiani di fama nazionale.

 

Diversi linguaggi artistici che raccontano arte, cultura e storia della città

Gioco, Natura e Riciclo i temi che, con stili differenti, verranno rappresentati e trasformati in murales. Le opere eseguite sulle tre cabine scelte per il progetto hanno ognuno un tema ben preciso che racconta una particolarità del territorio in cui sono collocate, il rapporto con l’ambiente, il contesto socioculturale e le caratteristiche dei luoghi in cui sono inserite, regalando ai cittadini un nuovo itinerario artistico e la possibilità di riscoprire alcuni luoghi della città e percepirne la funzione narrativa. 

 

Le cabine e i temi

Si parte dalla cabina di via Macchioni con gli artisti Smake e Nedo di Napoli che rappresenteranno, con stile originale e contemporaneo, il tema del gioco; a seguire da domenica 14 a giovedì 18 luglio sarà il turno di KIKI SKIPI, artista sardo che si cimenterà con il tema della Natura sulla cabina elettrica di via Boiardo nella frazione di Sant’Antonio;  infine in Via Marchiani, nel cuore della città, fino al 21 luglio, Miles di Firenze renderà omaggio all’importanza del riciclo, all’uso del materiale di scarto in modo creativo, un’occasione quest’ultima per riflettere su tematiche ambientali di grande ed urgente attualità.

Gli artisti inizieranno le opere giovedì 11 luglio per concludersi il 21  luglio 2019.

 

Perché TAG ?
La parola TAG, nome scelto per il progetto, riassume gli elementi principali di questa iniziativa. Non è solo l’acronimo di Torre, Arte e Graffiti, ma riconduce a un duplice significato, applicabile sia nell’arte urbana, che nei social media: il TAG è lo strumento attraverso cui l’artista diffonde il suo nome e la sua idea di arte nella città, trasformando luoghi e superfici ed  è al tempo stesso archetipo della comunicazione contemporanea, dove a ogni contenuto si associa l’hashtag (simbolo del cancelletto # associato a una o più parole chiave) per facilitare le ricerche tematiche in un blog o in un social network e trasmettere tematiche con immediatezza.

 

    

Nessuna descrizione della foto disponibile. L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi, cibo e spazio all'aperto Nessuna descrizione della foto disponibile.

Per informazioni e / o approfondimenti

Ufficio Cultura – Comune di Pavullo n/F

cultura@comune.pavullo-nel-frignano.mo.it

www.comune.pavullo-nel-frignano.mo.it

 

Proprietà dell'articolo
creato:venerdì 12 luglio 2019
modificato:venerdì 16 agosto 2019