Sassoguidano

La singolare posizione della chiesa di Sassoguidano, posta su uno spettacolare strapiombo sulla vallata del Panaro, indica che l’edificio fu costruito sui resti di una antica fortificazione, eretta a vedetta della sottostante valle. La chiesa è dedicata alla Conversione di San Paolo apostolo. Sulla asimmetrica facciata a capanna risalta il bel portale a mensole concave sormontato da una pietra triangolare, su cui è incisa una iscrizione corrosa e di difficile lettura. L’edificio, fatto oggetto di numerosi furti durante un lungo periodo di abbandono, è stato recentemente restaurato. All’interno, con un unico altare ligneo barocco, la semplicità degli arredi e il silenzio del luogo creano una rara atmosfera di raccoglimento. Degli arredi si sono salvati fortunatamente la balaustra, lo sportello di legno intarsiato della nicchia per le reliquie dei santi (RS), la cuspide del fonte battesimale e una tavola dipinta trecentesca ora conservata nella chiesa parrocchiale di Pavullo.

 

Riserva Naturalistica di Sassoguidano

La Riserva Naturale Orientata che sorge a Sassoguidano e si affaccia sulle rive sinistre dello Scoltenna e del Panaro, ha un’estensione di circa 272 ettari ed un’altitudine che varia dai 300 ai 700 mt. s.l.m. E’ caratterizzata da un complesso di rupi di notevole rilevanza morfologica, da una buona copertura forestale (querceti, castagneti) e da una piccola ma importante zona umida. Vi sono inoltre alcuni versanti instabili interessati da movimenti franosi e da calanchi. La riserva ospita quindi una buona diversità biologica ed ambientale, che si è preservata sino ad oggi sia grazie ai fattori naturali e geografici legati alla sua conformazione, sia grazie all’equilibrio che si è mantenuto tra le caratteristiche dell’ambiente e le attività umane. Ricca di vegetazione che cambia a seconda dei versanti a cui la Riserva è esposta e di fauna. Sono presenti infatti gran parte delle specie animali del nostro Appennino.

 

 

 

English version

The singular position of Sassoguidano church, located on a spectacular cliff above the Panaro valley, indicates that the building was built on the remains of an ancient fortification, erected to look over the valley below. The church is dedicated to the conversion of St. Paul the Apostle. Thankfully the balustrade, the inlaid wooden door to the niche for the saint’s remains (RS), the cusp of baptismal font and a 14th century painted board now kept in Pavullo parish church were saved. The top of a bell tower protrudes from the thick woods covering the hills around Verica. It is the sign of the presence of the Sassomassiccio Oratory, built in 1695 on the ruins of a ruined chapel.

The territories of Sassoguidano and Sassomassiccio are now part of the Sassoguidano Nature Reserve, which was established to protect the area’s important historical, artistic and environmental heritage.

 

 

sito ufficiale della Riserva di Sassoguidano

Immagini

Proprietà dell'articolo
creato:lunedì 19 maggio 2008
modificato:mercoledì 23 gennaio 2013