Rassegna di cinema d'essai

Mercoledì 13 novembre ore 21 LE INVISIBILI

Mercoledì 23 ottobre 21.00

ZEN SUL GHIACCIO SOTTILE

Genere: drammatico

Regia: Margherita Ferri

Attori: Eleonora Conti, Susanna Acchiardi, Fabrizia Sacchi, Edoardo Lomazzi, Alexandra Gaspar

Maia, detta Zen, è una sedicenne irrequieta e solitaria che vive in un piccolo paese dell’Appennino emiliano. È l’unica femmina della squadra di hockey locale e i suoi compagni non perdono occasione di bullizzarla per il suo essere maschiaccio. Quando Vanessa – l’intrigante e confusa fidanzata di un giocatore della squadra – scappa di casa e si nasconde nel rifugio della madre di Maia, tra le due nasce un legame e Maia riesce per la prima volta a confidare i dubbi sulla propria identità di genere.

Note della regista: Ho cercato di raccontare la storia di Maia giustapponendo le sue emozioni al paesaggio dell’Appennino emiliano, bellissimo e dimenticato. Ho voluto esplorare la relazione tra la “produzione del paesaggio” e l’identità di chi vive quei territori, lavorando sullidea di paesaggio emotivo: uno strumento per stimolare lo spettatore visivamente e accompagnarlo nella dimensione più profonda dei personaggi.

 

Mercoledì 30 ottobre ore 21.00

DAFNE

Genere: drammatico/commedia

Regia: Federico Bondi

Attori: Carolina Raspanti, Antonio Piovanelli, Stefania Casini

Una trentacinquenne portatrice della sindrome di Down, esuberante e trascinatrice, sa organizzare da sola la sua vita, ma vive ancora insieme ai genitori, Luigi e Maria. Quando Maria muore all’improvviso, gli equilibri familiari vanno in frantumi. Luigi sprofonda nella depressione e Dafne non è solo spinta a confrontarsi con la perdita, ma deve anche sostenere il genitore. Finché un giorno accade qualcosa di inaspettato: insieme decidono di affrontare un trekking in montagna, diretti al paese natale di Maria. Lungo il cammino, scopriranno molte cose l’uno dell’altra e impareranno entrambi a superare i propri limiti.

La protagonista di Dafne, Carolina Raspanti, classe 1984, è una delle quarantamila persone che oggi in Italia sono affette da sindrome di Down, ed è una straordinaria protagonista.

 

Mercoledì 6 novembre ore 21.00

IL VIAGGIO DI YAO

Genere: commedia

Regia: Philippe Godeau

Attori: Omar Sy, Lionel Louis Basse, Fatoumata Diawara, Germaine Acogny, Alibeta

Seydou Tall, nato in Francia da famiglia senegalese, è una star del cinema. Separato da una moglie ostile e padre di un bambino di pochi anni, decide di andare in Senegal sull’onda di un’autobiografia di successo. Ad accoglierlo con entusiamo nel paese d’origine c’è soprattutto Yao, un ragazzino di tredici anni venuto da lontano a reclamare il suo autografo. I quattrocento chilometri coperti da Yao per raggiungerlo colpiscono l’attore che abbandona il tour promozionale per riaccompagnarlo a casa. Il loro viaggio deraglierà progressivamente, stravolgendo qualsiasi storia scritta prima.

Omar Sy seduce con la sua umiltà e con la sua sobrietà in un road movie dalla sincerità disarmante.

 

Mercoledì 13 novembre ore 21.00

LE INVISIBILI

Genere: commedia

Regia: Louis-Julien Petit

Attori: Audrey Lamy, Corinne Masiero, Noémie Lvovsky, Déborah Lukumuena, Sarah Suco

Lady D, Édith Piaf, Brigitte Macron, Beyoncé, Salma Hayek e le altre scalpitano davanti al cancello dell’Envol, centro di accoglienza diurno ubicato nel Nord della Francia e destinato a ricevere donne senza fissa dimora. Nascoste dietro agli pseudonimi celebri che si sono scelte per preservare il loro anonimato, cercano e trovano per qualche ora riparo tra quelle mura. Una doccia, un caffè, qualche ora di calore umano le confortano e le rimettono in piedi. Almeno fino al giorno in cui Audrey e Manu, che dirigono con polso e benevolenza il centro, non ricevono lo ‘sfratto’…

A tu per tu con le clochard parigine: recitano, sì, ma le loro storie sono vere. In un film che scava dentro la solitudine femminile con ironia e leggerezza.

 

Mercoledì 20 novembre ore 21.00

CYRANO MON AMOUR

Genere: commedia

Regia: Alexis Michalik

Attori: Thomas Solivéres, Olivier Gourmet, Mathilde Seigner, Tom Leeb, Lucie Boujenah

Edmond Rostand, autore senza successo e senza un soldo, sogna di passare dall’ombra alla luce. Sostenuto da Rosemonde, la sua consorte, e da Sarah Bernhardt, l’attrice più celebre della Belle Époque, deve comporre in tre settimane una commedia per Monsieur Constant Coquelin, divo navigato che vorrebbe rilanciare la sua carriera…

Il 28 dicembre 1897 al Théâtre de la Porte Saint-Martin andrà finalmente in scena “Cyrano de Bergerac”, il testo più recitato della storia del teatro francese.

Cyrano, mon amour, è la storia di come e perché fu scritta la più celebre opera teatrale della storia della Francia. Teatro e cinema si fondono in un film che ha la forza rara delle storie belle da piangere, uno Shakespeare in love in salsa francese.

 

Mercoledì 27 novembre ore 21.00

IL TRADITORE

Genere: biografico drammatico

Regia: Marco Bellocchio

Attori: Pierfrancesco Favino, Maria Fernanda Cândido, Fabrizio Ferracane, Luigi Lo Cascio, Fausto Russo Alesi

“Mi interessa il personaggio di Tommaso Buscetta perché è un traditore. Ma in verità chi ha veramente tradito i principi ‘sacri’ di Cosa Nostra non è stato Tommaso Buscetta, ma Totò Riina e i Corleonesi. Come si vede due modi opposti di tradire. Nella storia tradire non è sempre un’infamia. Può essere una scelta eroica. I rivoluzionari, ribellandosi all’ingiustizia anche a costo della vita, hanno tradito chi li opprimeva e voleva tenerli in schiavitù”.

Esattamente tre anni fa, proprio da Cannes (dove aprì la Quinzaine con Fai bei sogni), Marco Bellocchio annunciava quale sarebbe stato il suo nuovo film. Oggi torna sulla Croisette – in concorso – con Il traditore, film come lo definisce lo stesso regista “di vendette e tradimenti su Tommaso Buscetta”, detto anche il “Boss dei due mondi” (Valerio Sammarco, ‘Il Cinematografo’, 23 maggio 2019)

 

Mercoledì 4 dicembre ore 21.00

DOLOR Y GLORIA

Genere: drammatico

Regia: Pedro Almodovar

Attori: Antonio Banderas, Asier Etxeandia, Leonardo Sbaraglia, Nora Navas, Julieta Serrano

L’ottava collaborazione fra Almodovar e Antonio Banderas produce il film della maturità, se non il migliore, per entrambi. Autobiografia spinta ai più piccoli dettagli, per la storia di un regista solitario e in preda ai dolori, reali e immaginari, che fa i conti con i propri errori del passato, recuperando il rapporto con un attore che non vede da trent’anni, trovandosi sotto casa il suo primo, grande amore, e tornando con la mente all’infanzia di provincia, cresciuto dalla sola madre. Il regista spagnolo si è circondato dei suoi prediletti (c’è anche la Cruz), asciuga la (sua) storia il più possibile e nella semplicità commuove e conquista. Chi non vorrebbe avere la forza di dire ho sbagliato, perdonami? (Mauro Donzelli – Comingsoon.it)

Vincitore del Premio all’interpretazione maschile al Festival di Cannes 2019

 

Informazioni biglietti e abbonamenti:

Ingresso unico: €. 5,00

Abbonamento 5 film a scelta: € 20,00 (valido per tutte le rassegne fino all’8 aprile 2020)

 

Tel. 0536/304034 – info@cinemateatromacmazzieri.it – www.cinemateatromacmazzieri.it

http://www.cinemateatromacmazzieri.it/eventi/categoria/cinema/rassegne/

Proprietà dell'articolo
creato:martedì 8 ottobre 2019
modificato:giovedì 7 novembre 2019