Borghi, chiese e piazze

I borghi e le torri

Sui colli circostanti di Pavullo si elevano numerose torri medievali, significative tracce di un complesso sistema difensivo, memoria delle feroci lotte tra i locali feudatari, come quelle di Lavacchio, Torricella, Gaiato, Semese, Montorso e Via Cave. Si conservano ancora, quasi integri borghi fortificati medievali come a Montecuccolo e a Montebonello, mentre tra le case arroccate intorno alla torre del castello di Monzone si erge il trecentesco Palazzo del Comune del Frignano.

Le chiese

A Monteobizzo si trova la bellissima abside romanica dell’antica pieve dei Santi Vincenzo e Anastasio, ai piedi del monte su cui sono i resti del castello di Obizzo da Montegarullo, ma numerose altre sono le testimonianze dell’architettura religiosa di tutte le epoche, dalle pievi romaniche ricche di storia e di arte a Renno, a Verica e a Coscogno, alla restaurata chiesa parrocchiale di Olina, raro esempio di barocco appenninico. Tutte le chiese del territorio conservano preziose testimonianze di fede e di devozione: gli affreschi quattrocenteschi di Montebonello, il portale scolpito della pieve di Coscogno, le statue di Verica attribuite al Begarelli, l’ancona di pietra di Monzone, la suggestiva chiesa di Sassoguidano.

Piazze

Il centro storico di Pavullo è situato all’estremo nord del paese, intorno a Piazza Montecuccoli, nella zona in cui sorgeva l’ospedale lebbrosario di San Lazzaro. L’isolato che la delimita nella parte più bassa è la zona più antica di Pavullo e qui il Vicolo S. Lazzaro è traccia significativa.

Piazza Borelli prende il nome dal politico, giornalista e militare Giovanni Borelli, nato a Pavullo nel 1867. Qui sono presenti il monumento in sua memoria, realizzato nel 1937 da Giuseppe Graziosi.

Di fronte invece si trova Piazza Cesare Battisti, chiamata dalla comunità anche Piazza dell’Alpino. Al centro infatti si eleva la statua realizzata dallo sculture Azeglio Babbini.

Pubblicato: 17 Marzo 2021Ultima modifica: 08 Giugno 2021