Esonero rette e progetti scolastici per l’estate 2021

La Giunta comunale ha deliberato l'esonero delle rette per il periodo di chiusura dei servizi e sta progettando il prolungamento dell'apertura per l'estate

Con delibera del 15 aprile 2021 la giunta comunale ha tolto la retta dovuta per il pagamento dei servizi dei Nidi d’infanzia e dello Spazio Bambini limitatamente al periodo di chiusura dal giorno 8 marzo al 6 aprile.  Per lo stesso periodo sono state esonerate dal pagamento delle rette le famiglie con figli con disabilità certificata.

La giunta inoltre, a differenza degli scorsi anni, sta progettando di prolungare il nido estivo e il centro estivo dai 3 agli 8 anni nel capoluogo non solo per il mese di luglio ma anche per le 2 prime settimane del mese di agosto, aprendone inoltre un altro  dai 2 ai 6 anni nella frazione di San Antonio per il solo mese di luglio. Tutto ciò per alleviare  le difficoltà che le famiglie hanno sostenuto nei periodi di sospensione dei servizi e per i piccoli al fine di mantenere rapporti significativi con i coetanei.

Per una decisiva deliberazione si stanno aspettando indicazioni sanitarie sia nazionali che regionali che possano chiarire le dimensione dei gruppi assegnati per ogni educatore e ribadire e/o aggiungere, se sarà il caso, nuove norme a cui attenersi ed eventuali rimborsi alle famiglie per la frequentazione di tutti i centri estivi in base all’ISEE.

Per i bambini più grandi, nonostante il ministro della Pubblica Istruzione abbia promesso alle scuole 150 milioni col Decreto Sostegni per l’offerta formativa extra- curricolare con non ben chiare indicazioni su chi debba fare cosa, come e in quali tempi, l’Amministrazione ritiene che i centri estivi dedicati ai bambini/pre-adolescentii debbano promuovere il recupero della socialità e della motivazione all’apprendere, al conoscere e al fare in un ambito ricreativo e formativo in modalità diverse dalla scuola ed è per questo che si sta predisponendo il nuovo TeenLab estivo aperto ai ragazzi dai 9 anni ai 13. Il recupero delle lacune formative provocate dalla DAD dal punto di vista degli apprendimenti, delle competenze di base e del consolidamento delle discipline a nostro avviso dovrà essere concordato con la scuola e il doposcuola comunale che aprirà prossimamente.  

Pubblicato: 21 Aprile 2021