TARI 2022: differimento delle scadenze di pagamento

La Giunta comunale ha disposto il differimento dei termini per il pagamento della TARI. Scadenza prima rata il 15 luglio.

Con deliberazione di Giunta Comunale n. 41 del 14/04/2022 è stato disposto il differimento dei termini per il pagamento della tassa rifiuti per l’anno 2022. Le scadenze delle 3 rate previste sono:
– prima rata: 15 luglio 2022
– seconda rata: 30 settembre 2022
– terza rata: 02 dicembre 2022

Si ricorda che in alternativa alla spedizione postale è possibile richiedere l’invio telematico ed attivare la domiciliazione bancaria, con le modalità illustrate a questa pagina

Si richiama inoltre l’attenzione sull’OBBLIGO DICHIARATIVO A CARICO DEL CONTRIBUENTE TARI in merito ad attivazione, variazione e cessazione delle utenze.

Si rammenta infatti che il Comune non ha la facoltà di attivare, variare o cessare automaticamente le utenze della Tassa rifiuti, se non in sede di accertamento, in quanto compete al contribuente l’obbligo di presentare le dichiarazioni TARI, sulla base di quanto previsto dal Regolamento comunale per l’applicazione della TARI, ai sensi della legge istitutiva della tassa, che testualmente recita:

1)       I soggetti passivi sono tenuti a presentare apposita dichiarazione al Comune, su modello di autocertificazione predisposto dal Comune stesso, la quale ha effetto anche per gli anni successivi qualora le condizioni di assoggettamento alla tassa siano rimaste invariate. La dichiarazione deve essere presentata, attualmente, entro il 20 gennaio dell’anno successivo alla data in cui:

  1. ha inizio il possesso o la detenzione di locali ed aree assoggettabili alla tassa;
  2. si verifica la variazione di quanto precedentemente dichiarato;
  3. si verifica la cessazione del possesso o detenzione dei locali ed aree precedentemente dichiarate.

2)       La dichiarazione, sottoscritta dal dichiarante, deve essere presentata direttamente agli uffici comunali o spedita per posta tramite raccomandata senza ricevuta di ritorno, o inviata in via telematica tramite posta elettronica e posta certificata. In caso di spedizione fa fede la data di invio. La mancata sottoscrizione della dichiarazione non comporta la sospensione delle richieste di pagamento.

In caso di omessa/infedele presentazione della dichiarazione, il Comune dovrà provvedere alla notifica di avviso di accertamento esecutivo per omessa/infedele denuncia ed atto di irrogazione delle sanzioni, avente valore di intimazione ad adempiere.

Pubblicato: 27 Aprile 2022Ultima modifica: 28 Aprile 2022